NUTRIZIONE

feb82011

A fine febbraio verdetto Efsa sulla sicurezza dei doclificanti

L'Autorità per la sicurezza alimentare (Efsa) si pronuncerà alla fine di febbraio, in risposta a una richiesta di consulenza tecnica della Commissione dell'Unione Europea sull’uso dei dolcificanti negli alimenti. Lo ha annunciato l’Authority precisando che il panel di esperti ha valutato lo studio (cfr. Farmacista33, 28 gennaio 2011) condotto sui modelli animali dall'Istituto Ramazzini di Bologna sul potenziale cancerogeno dell'aspartame, nonché uno studio epidemiologico danese sull'eventuale legame tra il consumo di dolcificanti, e di edulcoranti nelle bibite, e il rischio di parto prematuro per le donne in gravidanza. In occasione della recente assemblea plenaria del 1-3 febbraio, il panel di esperti ha osservato che l'incidenza dei tumori segnalati dallo studio di Soffritti «risulta più elevato nei topi maschi». Tuttavia, secondo il panel, pur essendo statisticamente significativo l'incremento di questi tumori negli animali alimentati con aspartame, il dato «rimane nell'ambito di livelli storici». L'Efsa perciò si impegna a supportare il lavoro di valutazione con ulteriori analisi della questione. Per quanto riguarda la valutazione dello studio epidemiologico danese, secondo il gruppo di esperti, «non è possibile stabilire un rapporto di causa-effetto tra il consumo quotidiano di soft drink con dolcificanti artificiali e l'aumento del rischio di parto prematuro». Ulteriori ricerche, inclusi studi sperimentali, saranno richieste per completare la valutazione.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO