farmaci

set172019

Abuso di oppioidi, con stop assunzione 3 volte più alto il rischio di overdose

Abuso di oppioidi, con stop assunzione 3 volte più alto il rischio di overdose

Abuso di oppioidi, uno studio statunitense sottolinea come l'interruzione drastica aumenti il rischio di decesso per overdose

I pazienti che affrontano una riduzione drastica delle dosi di analgesici oppioidi hanno tre volte più probabilità di andare incontro a episodi di overdose negli anni successivi. Su 572 pazienti con dolore cronico, 119 sono deceduti per overdose nel periodo successivo all'interruzione.
Lo studio pubblicato sul "Journal of General Internal medicine" si è occupato di esaminare 572 pazienti con dolore cronico iscritti a un registro di controllo sull'uso di oppioidi. Per 344 di questi è stata interrotta la prescrizione di analgesici; 187 hanno proseguito i controlli periodici dal medico. Durante il periodo di studio, 119 pazienti, circa il 20% del totale esaminato, è deceduto per overdose.
I risultati sono preoccupanti, come spiega Jocelyn James della School of medicine della Washington University, in quanto dimostrano come il taglio delle prescrizioni (iniziato nel 2016 in seguito alla pubblicazione delle prime linee guida da parte dei Centers for Disease Control and Prevention) non sia sufficiente per arginare il problema dell'abuso e dell'overdose.
I risultati di uno studio pubblicato sul "Journal of Substance Abuse Treatment" si muovono nella stessa direzione, sottolineando come l'interruzione drastica dell'assunzione (avvenuta nella metà dei pazienti "ad alto dosaggio" esaminati), con la riduzione a zero delle dosi in un solo giorno, sia altrettanto pericolosa.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO