farmaci

set212011

Acne tardiva, donne stressate più a rischio

L’acne non è più un problema solo delle pelli giovani, fascia di età in cui colpisce l’80% degli adolescenti, ma un problema che si riscontra anche negli adulti, in particolare donne stressate o che abusano di cosmetici. Secondo i dermatologi, un adulto su cinque ne soffre, quando fino a pochi anni fa se ne contava uno ogni 10. Il tema è emerso in occasione del meeting nazionale di aggiornamento in occasione dell'Acne Day che si è tenuto a Ferrara nei giorni scorsi. Il meccanismo alla base dello sviluppo del disturbo va ricercato in una proteina presente sulla superficie del batterio Proprionibacterium acnes che è normalmente presente sulla cute. Ma, il fatto che sia la proteina a innescare l'infiammazione e a portare all'esplosione dell'acne, apre prospettive di nuove terapie con antibiotici specifici e mirati. Inoltre, come ha spiegato Vincenzo Bettoli, docente dell'Università di Ferrara e coordinatori di dermatologi ospedalieri «è stato dimostrato che, a parte nei pazienti obesi, la dieta non sembra influenzare affatto» il fenomeno. I fattori ormonali restano per ora la causa fondamentale dell'acne, su cui ruota gran parte delle terapie dermatologiche, ma ora si avvierà lo studio per nuovi farmaci. Tuttavia, per l’acne degli adulti, il fattore psicologico sembra essere al momento quello dominante. Lo stress, ha precisato il medico, è una causa che trova conferma in moltissimi studi. Una ricerca condotta in Australia ha dimostrato che subito prima di un esame l'acne cresce del 25% fra gli studenti universitari. Ma ci sono fondati sospetti che anche il fumo, in crescita proprio fra la popolazione femminile, contribuisca alla comparsa tardiva del problema.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO