Osservatorio

mag152018

Alimentazione in età adulta, non trascurare le proteine

Rallentamento dei processi metabolici, riduzione della massa muscolare e aumento della massa grassa; sono alcuni dei cambiamenti che sopraggiungono in età adulta

 
Alimentazione in età adulta, non trascurare le proteine
In collaborazione con Nestlé Health Science

Rallentamento dei processi metabolici, riduzione della massa muscolare e aumento della massa grassa; sono questi alcuni dei cambiamenti che sopraggiungono in età adulta. Già a partire dai 40 anni l'organismo va incontro a una progressiva perdita di massa muscolare, in ragione del circa 10% ogni dieci anni. Tra i 50 e i 60 anni, inoltre, si verifica una perdita della forza muscolare in media dell'1,5% e, più avanti negli anni, del 3%. Cambiamenti che con il progredire degli anni riducono la qualità di vita aumentano il rischio di cadute e incidenti. La perdita di massa muscolare, inoltre coinvolge anche le ossa e le articolazioni ed espone il soggetto a complicanze funzionali, impedendo lo svolgimento di semplici attività quotidiane.
Attività fisica e nutrizione bilanciata sono quindi fondamentali per contrastare gli effetti dell'invecchiamento ma molto spesso nella dieta di tutti i giorni non viene prestata sufficiente attenzione al giusto apporto di calorie e nutrienti: acqua, carboidrati, grassi, proteine, vitamine, minerali e fibre.

Le proteine, essenziali per la crescita e lo sviluppo, compongono la struttura delle cellule e dei tessuti, consentendone la crescita e le funzioni. Inoltre forniscono energia, fanno parte della struttura delle articolazioni, dei muscoli e delle ossa e permettono di mantenere la massa muscolare e agevolarne il rinnovamento. Giocano infine un ruolo importante anche nel sistema immunitario, in quanto rappresentano la struttura base degli anticorpi.

È noto tuttavia che l'alimentazione di almeno un adulto su tre non comporta l'adeguato introito proteico. In particolare negli adulti, inoltre, molto spesso l'apporto di proteine introdotto con la dieta risulta inadeguato al fabbisogno -che dovrebbe essere pari in media ad almeno 0,9 g/kg di peso corporeo - il che contribuisce alla riduzione della massa muscolare e delle performance fisiche, favorendo l'insorgenza di spossatezza, stanchezza e debolezza muscolare.

Per questo può essere utile ricorrere a una supplementazione proteica, la cui efficacia è documentata da studi scientifici che suggeriscono inoltre i benefici muscolari del consumo di proteine subito dopo l'esercizio fisico. Preparati pronti all'uso come Meritene Forza e Vitalità Drink - nei gusti albicocca, fragola, cioccolato e vaniglia- offrono una composizione bilanciata per fornire sia minerali e vitamine, tra le quali le vitamine B2, B6 e B12 che contribuiscono alla riduzione di stanchezza e affaticamento, sia proteine per rafforzare, in associazione a un'alimentazione varia ed equilibrata, la massa muscolare.
Il loro impiego può essere utile in particolare nei casi di ridotto apporto di nutrienti o aumentati fabbisogni nutrizionali negli adulti che avvertono senso di stanchezza e/o debolezza muscolare, nelle persone che stanno affrontando periodi di recupero o riabilitazione e nelle persone con ridotto appetito.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ascioti Maria T., Penazzi E. - Reparto dermocosmetico. Guida all'estetica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO