SUL BANCO

mar32011

Allarme “droghe modificate” per aggirare le norme

Si chiamano “designer drugs. Vengono prodotte in laboratori clandestini trasformando in droghe le molecole di alcuni prodotti farmaceutici o di altre droghe, o creando sostanze con strutture chimiche completamente diverse ma con effetti simili a quelli delle droghe illegali, in modo da raggirare le norme di legge. Il consumo, stando all'ultimo rapporto annuale dell'International narcotics control board (Incb) dell'Onu, sta dilagando senza controllo in molte parti del mondo, in particolare in Europa, Asia, Oceania e Stati Uniti. Tra le molecole coinvolte c’è, per esempio, il mephedrone (recentemente bandito dall'Ue), che ha effetti simili all'ectasy e alla cocaina, e si può acquistare su internet o negli smart shop. Nel 2010, spiega il rapporto dell'Incb, sono aumentati gli abusi di mephedrone in Europa, Usa, Sud-est asiatico, Australia e Nuova Zelanda. Ma questo è solo un esempio. Solo in Europa sono state contate altre 15 droghe firmate, tra cui il methedrone, il methylone, e il naphyrone. In Giappone invece 51 sostanze sono state recentemente messe nella lista di quelle da controllare per legge, e Bielorussia, Brasile e Finlandia si stanno impegnando per modificare la legislazione nazionale sulle droghe, in modo da inserire diverse designer drugs nella lista delle sostanze da controllare.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO