farmaci

gen212015

Allergie ai farmaci, linee guida Nice: difficili da diagnosticare

Allergie ai farmaci, linee guida Nice: difficili da diagnosticare
«Tutti i farmaci hanno il potenziale di causare effetti indesiderati, le cosiddette "reazioni avverse", ma non tutti questi sono di natura allergica. Altre reazioni sono idiosincratiche, pseudo-allergiche o causati da intolleranza al farmaco». Così il National institute for health and care excellence (Nice), introduce le proprie linee guida per la diagnosi e la terapia dell'allergia ai farmaci che, pubblicate qualche mese fa, sono state più recentemente diffuse in lingua italiana a cura della Gimbe, fondazione che ha lo scopo di promuovere e realizzare attività di formazione e ricerca in ambito sanitario,
Il farmaco responsabile del maggior numero di ricoveri per reazioni allergiche è la penicillina, di cui si stima che soffra circa il 9% della popolazione. Gli studi hanno dimostrato che le persone con una etichetta di allergia alla penicillina vengono generalmente trattate con antibiotici ad ampio spettro, come chinoloni, vancomicina e cefalosporine di terza generazione. Tuttavia, ammoniscono gli esperti del Nice, talvolta i pazienti ritengono a torto di essere allergici alla penicillina e l'uso di questi antibiotici può portare allo sviluppo di antibiotico-resistenza. Anche le reazioni allergiche ai farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) come ibuprofene, diclofenac, naprossene e aspirina, sono comuni: ne è affetto il 5-10% di chi soffre di asma.
Le reazioni anafilattiche, invece, si verificano in circa un soggetto su mille e, in un caso su 10mila o 20mila, durante l'anestesia: per queste persone bisogna trovare una combinazione di farmaci ad hoc, altrimenti l'anestesia non deve essere somministrata.
Le principali preoccupazioni espresse nelle linee guida britanniche sono relative all'inadeguata documentazione clinica e alla scarsa comunicazione tra medici e pazienti, che spesso contribuiscono alla formulazione di diagnosi errate. È inoltre indispensabile migliorare i sistemi informatici allo scopo di fornire codici utili a registrare e differenziare queste allergie dalle altre reazioni e riprogettare i ricettari prescrittivi standard e la scheda terapeutica per consentire l'inclusione di informazioni strutturate che possano migliorare la sicurezza dei pazienti.

Renato Torlaschi

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi