Scienza

lug22010

Alopecia a chiazze si cura dal Dna

L’alopecia areata, un disturbo di origine autoimmune trova una spiegazione nel patrimonio genetico. Lo sostengono gli autori dello studio pubblicato su Nature, in cui sono state valutate le variazioni nel genoma di oltre 1.000 pazienti e 3.000 soggetti sani di controllo. L’analisi ha rivelato l'esistenza di diverse regioni genetiche legate alla suscettibilità alla malattia. I risultati, in particolare, suggeriscono un coinvolgimento di forme di immunità innate e acquisite ed evidenziano come livelli elevati di alcune proteine possano contribuire a scatenare la risposta autoimmune. Questi risultati suggeriscono un nuovo meccanismo all'origine della malattia e aprono la strada a nuove opzioni terapeutiche.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO