Sanità

mag182011

Anche i cosmetici meritano una vigilanza dedicata

Tra un anno, in anticipo rispetto alla scadenza del 2013, grazie a un nuovo servizio del Ministero della Salute, dovranno essere segnalati tutti gli effetti indesiderati di un prodotto di bellezza

Come per i farmaci, anche i cosmetici avranno un servizio di vigilanza: tra un anno, in anticipo rispetto alla scadenza del 2013, grazie a un nuovo servizio del Ministero della Salute, dovranno, infatti essere segnalati tutti gli effetti indesiderati di un prodotto di bellezza. Lo ha reso noto il sottosegretario alla Salute Francesca Martini in occasione della presentazione del Beauty Report Unipro 2011, il secondo rapporto sul valore dell'Industria cosmetica in Italia. «Il progetto preliminare è già pronto» ha detto Martini «l'obiettivo è quello di raccogliere tutte le segnalazioni sugli effetti di qualsiasi tipo di prodotto di bellezza che in alcune situazioni possono creare problemi come durante l'esposizione al sole o durante l'assunzione di alcuni farmaci». Martini ha anche ricordato il rpoblema dei cosmetici falsi che arrivano sul mercato e contro i quali i Nuclei antisofisticazioni e sanità dell'Arma (Nas) hanno già realizzato diversi sequestri. Le aziende italiane ed europee, ha spiegato Fabio Franchina, presidente dell'Unipro, «sono sottoposte a severissime norme per la sicurezza, le più severe del mondo. Il problema» ha aggiunto «sono alcuni cosmetici che arrivano da paesi terzi come quelli brasiliani per lisciare i capelli che contengono quantità troppo alte di formaldeide, una sostanza usate come conservate ma che in formulazioni concentrate è un cancerogeno».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO