Sanità

ott302008

Anticorpo monoclonale ferma le fistole

L’anticorpo monoclonale di Abbott Laboratories, adalimumab è efficace nel lungo termine contro le fistole intestinali nei pazienti con morbo di Crohn. Il farmaco, sostiene l’azienda, permette di ottenere la soluzione della complicanza della malattia mantenendola fino a tre anni, in oltre la metà dei pazienti con malattia di Crohn di intensità da moderata a grave. Inoltre, il 40% dei pazienti difficili, con fistole che non hanno risposto al trattamento con infliximab, oppure che hanno smesso di rispondere alla terapia o che sono risultati intolleranti al trattamento, risponde ad adalimumab. I risultati ottenuti in due trial, presentati in occasione della United  European Gastroenterology Week (Uegw), costituiscono la prima analisi sinora condotta di risultati ottenuti in studi sulla guarigione delle fistole in pazienti trattati con adalimumab, i quali erano sin dall'inizio non rispondenti a infliximab. L'azienda ritiene i dati incoraggianti e continuerà dunque a studiare il farmaco nei pazienti con morbo di Crohn.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO