farmaci

mag92017

Approvazione europea per pembrolizumab in tumori ematologici

Approvazione europea per pembrolizumab in tumori ematologici
La Commissione Europea (EC) ha approvato pembrolizumab, terapia anti-PD-1 (programmed death receptor-1), per il trattamento di pazienti adulti con linfoma di Hodgkin classico (cHL) refrattario o recidivato dopo trapianto autologo di cellule staminali (ASCT) e brentuximab vedotin (BV) o ineleggibili al trapianto o che abbiano fallito la terapia con Bv. Lo annuncia una nota Msd che sottolinea come l'approvazione europea permette la commercializzazione di pembrolizumab in tutti i 28 Paesi membri dell'Unione Europea (EU), includendo anche Islanda, Lichtenstein e Norvegia, alla dose di 200 mg ogni tre settimane fino a progressione della malattia o tossicità inaccettabile.

«Per i pazienti con linfoma di Hodgkin classico, che non hanno tratto beneficio da precedenti terapie - molti dei quali sono giovani e con prognosi sfavorevole - esistono limitate opzioni e il trattamento della malattia pone sfide importanti», sottolinea Pier Luigi Zinzani, M.D., Ph.D., Professore Associato di Ematologia, Istituto di Ematologia "L. e A. Seràgnoli", Università di Bologna. "Con questa approvazione, siamo ora in grado di fornire a questi pazienti una nuova opzione di trattamento estremamente necessaria». «L'approvazione europea mette a disposizione un'importante nuova opzione terapeutica per i pazienti con linfoma di Hodgkin classico che non hanno risposto alle terapie attualmente in uso», aggiunge Roger Dansey, senior Vice President e Therapeutic Area Head, Oncology Late-stage Development, Merck Research Laboratories.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO