Sanità

feb192019

Asma, al via presa in carico in farmacie liguri per monitorare uso corretto farmaci

Asma, al via presa in carico in farmacie liguri per monitorare uso corretto farmaci
È previsto per la fine di febbraio l'avvio del progetto di presa in carico del paziente asmatico: oltre 400 farmacie prenderanno parte all'iniziativa di monitoraggio dei 1.000 cittadini assistiti tramite l'uso di un'apposita applicazione informatica. Scopo del progetto è «aiutare il paziente asmatico a conoscere la propria malattia e promuovere il corretto uso dei farmaci da assumere. Anche in questo caso il paziente viene messo al centro, con i suoi bisogni di salute e le sue necessità, nell'ottica di una sanità sempre più vicina ai cittadini», spiega la vicepresidente e assessore alla Sanità della Regione Liguria Sonia Viale, tramite la stampa locale.
Un'attenzione verso il paziente asmatico dettata dalla sua minore tendenza all'aderenza terapeutica. L'asmatico tende ad abbandonare la terapia non appena la patologia sembra migliorare, causando rischio alla propria salute e aumento dei costi. Il progetto prevede l'utilizzo di un applicativo informatico per valutare la situazione del paziente sia sul lungo che sul breve termine, con un intervallo da tre a sei mesi e l'ulteriore compilazione di un questionario volto a misurare il grado di aderenza e i miglioramenti. Tra gli obiettivi anche quello di stimare l'efficacia dell'intervento del farmacista in termine di salute del cittadino e di contenimento dei costi per il Ssn.
«Il paziente potrà recarsi nelle farmacie coinvolte ed essere guidato nella compilazione di un questionario dedicato, con l'obiettivo di valutare il suo stato di salute e il corretto impiego dei farmaci e dei dispositivi inalatori collegati», commenta il Commissario straordinario di A.Li.Sa. Walter Locatelli.
«Dal punto di vista clinico - sostiene Elisabetta Borachia, presidente di Federfarma Liguria - ci avvarremo del supporto della dottoressa Paola Minale, allergologa e membro dell'Aaiito (Associazione allergologi e immunologi italiani territoriali e ospedalieri) che seguirà la formazione dei farmacisti, in collaborazione con il dottor Alessandro Brega, farmacista dirigente di ASL 4, che si occuperà invece della formazione farmacologica».
Un progetto che si inserisce nel percorso di collaborazione tra farmacie e Regione, che segue le altre iniziative destinate ad aumentare la presenza e l'influenza del farmacista sul territorio: la distribuzione di farmaci salvavita e dei dispositivi di autocontrollo per i diabetici (in sperimentazione presso le farmacie genovesi).
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi