Sanità

feb282011

Assobiotec, sostenere ricerca in biotecnologie sulle malattie rare

Rafforzare il sostegno pubblico alla ricerca biotecnologica nel campo delle malattie rare, e approvare una nuova normativa per giungere a diagnosi e cure veloci: sono le richieste fatte da Alessandro Sidoli, presidente di Assobiotec, l'Associazione per lo sviluppo delle biotecnologie, in occasione della Giornata mondiale delle malattie rare. «Un numero crescente di malattie rare» spiega Sidoli «può oggi essere curato e per molte altre si stanno studiando nuove soluzioni terapeutiche, sempre grazie alle biotecnologie: ecco perché è doveroso ricordare l'importanza di sostenere la ricerca in questo ambito, affinché nel futuro vengano portati al letto del paziente trattamenti per quelle malattie a oggi ancora prive di una risposta terapeutica». Sidoli ricorda che «in questo contesto anche l'Italia sta facendo la sua parte. Infatti il nostro Paese può contare su numerose aziende attive nella ricerca sulle malattie rare». «Da ultimo» conclude il presidente di Assobiotec «è quanto mai urgente l'approvazione di una normativa precisa ed equa, che affronti concretamente i problemi delle persone affette da malattie rare, favorisca la diagnosi precoce e, soprattutto, consenta un accesso veloce e omogeneo su tutto il territorio nazionale alle cure e ai farmaci innovativi».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO