Sanità

feb182013

Assofarm, su contratto tentativi di delegittimazione dei sindacati

«Informazioni spesso fuorvianti e non rispondenti alla reale situazione e al lavoro che Assofarm sta facendo con senso di responsabilità verso i dipendenti e la proprietà», di questo si sarebbero resi responsabili i sindacati secondo quanto segnalato in una lettera inviata ai sindaci da Venanzio Gizzi, presidente dell’Associazione delle farmacie comunali. La lettera fa riferimento alle perplessità sollevate dai sindacati in merito alla decisione di Assofarm di applicare un nuovo regolamento in attesa di raggiungere l’accordo contrattuale (il prossimo incontro è previsto per il 22 febbraio ndr), mentre il contratto è scaduto dal 31 dicembre 2010. Gizzi nella sua risposta precisa come il nuovo regolamento sia «uno strumento operativo a salvaguardia dei rapporti con le maestranze delle nostre aziende. Tale regolamento» continua la lettera di Assofarm «presenta la struttura salariale del contratto dei farmacisti privati e, nella parte normativa, viene riconosciuta una maggiore tutela dei lavoratori relativamente alle condizioni di welfare. Il tutto» spiega Gizzi rivolgendosi ai sindaci «per dotare le nostre aziende di un unico contratto di settore». Assofarm esclude, perciò, che ci siano «perdite di diritti e sopraffazioni subite dai lavoratori delle nostre aziende che abbiamo sempre ritenuto parte essenziale e strutturale delle stesse» E a conferma sottolinea l’assenza di «riduzione del personale come viceversa avviene nel settore privato».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO