Sanità

feb72011

Assogenerici, emendamento Milleproroghe a danno degli equivalenti

AssoGenerici in una nota, esprime la sua preoccupazione a fronte del ripresentarsi di ipotesi legislative che costituirebbero, se si concretizzassero, un ostacolo alla rapida immissione in commercio dei farmaci equivalenti. «Ci è giunta notizia della presentazione di un emendamento al decreto legge Milleproroghe, all’esame del Senato, che subordinerebbe la validità del provvedimento con cui l’Aifa determina il prezzo di un generico alla scadenza del brevetto del farmaco originatore» spiega Giorgio Foresti, presidente dell’Associazione. «Nel concreto questo significherebbe ritardare in misura rilevante l’arrivo del farmaco equivalente sul mercato che, se invece il prezzo potesse essere determinato in anticipo, potrebbe essere disponibile ai cittadini già il giorno successivo alla scadenza della protezione commerciale di quello di marca. In pratica, si andrebbe ad allungare artificiosamente la durata del brevetto, cosa che costa innanzitutto alle casse delle Regioni: su un farmaco per il quale si spendono 200 milioni l’anno, ogni mese di ritardo comporta 10 milioni di spesa in più». Secondo il presidente di AssoGenerici, questa iniziativa parlamentare «va in assoluta controtendenza rispetto all’impegno assunto dal Ministero della Salute e dall’Aifa per sveltire le procedure di immissione in commercio degli equivalenti, come pressantemente richiesto anche dall’Europa, al fine di liberare risorse a vantaggio dell’innovazione e dell’ampliamento dell’accesso alle cure». 


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO