Scienza

set212010

Atteso a breve trattamento contro Bpco

è in arrivo in Italia, previsto per la primavera-estate 2011, roflumilast (Daxas), un nuovo trattamento orale a somministrazione giornaliera unica, per la broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco). Viene usato in terapia di mantenimento e può ridurre di oltre un quinto le riacutizzazioni di Bpco che si verificano nel 22,3% nei malati più gravi che sperimentano 2 o più ricadute all'anno. �Oggi quinta causa di morte nel mondo, la Bpco è destinata a salire al terzo posto entro il 2010�, spiega Leonardo Fabbri, professore di medicina respiratoria e direttore di malattie respiratorie all'università di Modena e Reggio Emilia. Il farmaco, frutto della ricerca Nycomed, è stato autorizzato in Europa e commercializzato in partnership con Msd, è stato già lanciato in Germania e una volta approvato in Italia sarà rimborsabile dal Servizio sanitario nazionale. Si tratta di un capostipite della nuova classe di medicinali, gli inibitori dell'enzima fosfodiesterasi-4 (PDE-4), con un buon profilo di sicurezza. Secondo i dati presentati a Barcellona, in occasione del 20esimo Congresso annuale della Società europea di medicina respiratoria (Ers), il farmaco migliora la funzionalità polmonare e riduce le riacutizzazioni del 17% circa. Secondo l’esperto per vincere la battaglia contro la Bpco �la strada è approfondire sempre meglio il fenotipo dei malati per arrivare a una terapia mirata, su misura per ogni paziente� conclude Fabbri.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO