Sanità

nov162012

Balduzzi, no ragioni per cambiare norma. Assogenerici annuncia riduzione prezzi

La norma sulla prescrizione del principio attivo «è equilibrata» e «non vedo ragioni per non continuare sulla strada della valorizzazione della cultura e della pratica del farmaco equivalente che fa risparmiare i cittadini e l'Ssn

La norma sulla prescrizione del principio attivo «è equilibrata» e «non vedo ragioni per non continuare sulla strada della valorizzazione della cultura e della pratica del farmaco equivalente che fa risparmiare i cittadini e l'Ssn». Così il ministro Renato Balduzzi commenta gli emendamenti presentati dal decreto sviluppo. «Mi sembra un'iniziativa individuale di singoli senatori, non dei partiti» aggiunge. «La norma vigente, di grande equilibrio, dà la facoltà al medico di orientare i pazienti e i farmacisti. Quando c'é una ragione per indicare il nome commerciale di un farmaco il medico lo motiva in tutti gli altri casi vale il principio di equivalenza come in tutto il resto del mondo». Chi produce un farmaco “griffato” «basta che abbassi il prezzo e venderà lo stesso il suo prodotto» conclude il ministro. E alle puntualizzazioni del presidente della commissione Industria Cesare Cursi che parla di un parere favorevole del Governo il ministro Balduzzi risponde «l'opinione espressa in commissione Industria non è del governo ma del sottosegretario presente, che comunque è titolato, e in ogni caso non è la mia. Se sara' l'opinione del governo» continua «ma non ne abbiamo ancora parlato, mi adeguero' alla volontà collegiale che però ho l'ambizione di contribuire a formare».
Dal canto suo Assogenerici, ribadendo il suo giudizio positivo sulle norme introdotte dalla spending review, annuncia un sistema allo studio con Aifa per garantire la discesa dei prezzi dei medicinali equivalenti in funzione dei volumi di vendita. In base al sistema, che sarà illustrato entro la fine del mese di novembre, le Aziende associate si impegnano a valutare una riduzione media del 5% dei prezzi, su base annua con riduzioni progressive in modo correlato all’incremento dei volumi di utilizzo dei farmaci generici equivalenti, con cadenza trimestrale, con la sola salvaguardia dei livelli minimi necessari a garantire la marginalità del prodotto. Un supporto all’azione del ministero, spiega il presidente Assogenerici Giorgio Foresti, «con un’iniziativa che dia ulteriore spinta alle dinamiche concorrenziali».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO