Sanità

lug52016

Bari, Corte dei Conti condanna farmacisti e medico per false prescrizioni

Bari, Corte dei Conti condanna farmacisti e medico per false prescrizioni
In una regione, come la Puglia, retta da un governatore-assessore alla Salute, in piano di rientro dal deficit e che non ha ancora completamente sviluppato la distribuzione diretta e per conto dei medicinali, le questioni legate alla spesa impropriamente cagionata dalle prescrizioni mediche continuano ad avere un'eco che oltrepassa il caso mediatico. La Corte dei Conti ha appena condannato un medico di famiglia e quattro farmacisti per un giro di prescrizioni fasulle a Bari. Tutto nasce da prescrizioni di cui si sono accorti all'Asl Barese, indirizzate a pazienti visti nella stessa giornata ma con numero di ricettario non progressivo, come se le ricette per ogni assistito fossero emesse in quantità e a "puntate".

Questo tipo di prescrizione era molto usato dal medico e costituiva quasi metà del prescritto. Che spesso si riferiva a lotti di farmaci in scadenza presso le farmacie poi condannate, i quali altrimenti sarebbero stati buttati via. Nel risarcimento chiesto (750mila euro al medico, e ai tre farmacisti, 354mila, 177mila e 65mila, rispettivamente) la Corte valuta non solo il danno erariale al Ssn ma anche quello all'immagine dell'istituzione-Asl. L'assunto è che il pubblico dipendente autore di un reato ai danni della Pubblica amministrazione offende anche l'immagine dell'Asl, causando conseguenze (in termini di credibilità, efficienza, efficacia, buona organizzazione e trasparenza) anche gravi e a lunga scadenza.

Mauro Miserendino
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO