Sanità

mag72019

Brexit, Aifa estende le scadenze per gli adempimenti a ottobre 2019

Brexit, Aifa estende le scadenze per gli adempimenti a ottobre 2019

Brexit, con il posticipo della data di uscita vengono spostate anche le scadenze per gli adempimenti sull'importazione e l'esportazione di sostanze attive

L'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) comunica ai produttori e agli importatori di sostanze attive, impegnati nell'importazione o nell'esportazione verso il Regno Unito, la proroga delle scadenze degli adempimenti comunicati lo scorso 3 aprile. Con l'approvazione del 10-12 aprile, ad opera del Consiglio europeo, della posposizione della data per l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione europea al 31 ottobre 2019, lo Stato è da considerarsi Membro per tutta la durata del periodo di estensione. Come tale, tutte le scadenze indicate per gli adempimenti inerenti all'import ed export di sostanze attive verso o da stabilimenti situati in Uk sono da considerarsi prorogate alla data effettiva della Brexit, in caso di mancato raggiungimento di un accordo di uscita. Sebbene la mancata partecipazione alle elezioni europee comportano l'esclusione dal novero degli Stati Membri, e il conseguente riconoscimento dello stesso come Paese terzo a partire dal 1 giugno 2019, Aifa sottolinea come gli adempimenti avranno scadenza alla data effettiva di uscita dall'Unione, e raccomanda l'aggiornamento di tutte le autorizzazioni e le registrazioni attualmente in vigore.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>

SUL BANCO