Sanità

gen172015

Il malcontento dei Farmacisti canadesi per le riduzioni di salario

Canada, remunerazione in base a numero di ricette. I farmacisti protestano

Uno sforzo di bilancio necessario, è quello richiesto dal governo del Quebec con tagli diretti all'onorario dei farmacisti: infatti la remunerazione del farmacista, in quella che è la più estesa provincia del Canada, sarà reindicizzata sulla base del numero di prescrizioni spedite. Secondo le stime dell'Associazione dei proprietari di farmacia del Quebec (Association québécoise des pharmaciens propriétaires - Aqpp), l'equivalente canadese di Federfarma, i ribassi inseriti nel progetto di legge n. 28 dovrebbero ammontare a 130 milioni di dollari l'anno (92 milioni di euro), ciò significherebbe una perdita media a farmacia di 100mila dollari (70.800 euro) l'anno. E i farmacisti titolari della provincia canadese non sono nemmeno del tutto convinti che vedranno compensata questa perdita di retribuzione in altro modo, anche se un disegno di legge parallelo prevede l'introduzione di nuovi servizi in farmacia. Tra le possibilità, in via di definizione, sembra che i farmacisti potranno effettuare "un prolungamento" o "un aggiustamento" di una ricetta, che saranno autorizzati a prescrivere alcuni medicinali e delle analisi di laboratorio che potranno anche commentare, il tutto dietro pagamento di una tariffa "suggerita" di 15, 20 o 30 dollari (che sarebbero pari rispettivamente a 10,60 euro, 14,20 o 21,25), che sarà corrisposta dal paziente. Temendo però di non avere più i mezzi per poter offrire questi servizi futuri, i circa 1.845 titolari del Quebec hanno lanciato una petizione per fermare il piano del governo. (E.L.)



discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ansel - Principi di calcolo farmaceutico
vai al download >>

SUL BANCO