farmaci

mar142018

Cannabidiolo efficace nella riduzione delle crisi epilettiche in bambini

Cannabidiolo efficace nella riduzione delle crisi epilettiche in bambini
Secondo una revisione della letteratura pubblicata online sul Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry, i cannabinoidi sono efficaci nel ridurre la frequenza delle crisi convulsive del 50% o più quando usati come trattamento aggiuntivo nell'epilessia resistente al trattamento con insorgenza in età pediatrica, «Alcune ricerche precedenti suggeriscono che i composti presenti in natura nella cannabis, i cannabinoidi, possano smorzare le convulsioni. E uno di questi cannabinoidi, il cannabidiolo o CBD, a differenza del tetraidrocannabinolo, non produce senso di euforia o effetti collaterali che alterano la mente. Per approfondire questo discorso, abbiamo effettuato ricerche in diversi database, esaminando l'impatto dei cannabinoidi come aggiunta al trattamento abituale sulle crisi epilettiche» spiega Emily Stockings, del National Drug and Alcohol Research Centre a Sydney, Australia, prima autrice dello studio. I ricercatori hanno incluso dati da sei studi randomizzati e controllati e da 30 studi osservazionali. Gli esiti presi in considerazione erano una riduzione del 50% o più degli episodi convulsivi, l'assenza completa di convulsioni e una migliore qualità della vita. I ricercatori hanno scoperto che, rispetto al placebo, il cannabidiolo somministrato in dose di 20 mg/kg/die era più efficace nella riduzione della frequenza delle crisi del 50% o più. Il numero necessario da trattare perché una persona sperimentasse una riduzione del 50% o più delle crisi era otto. Il cannabidiolo si è mostrato più efficace del placebo anche nel raggiungere la completa assenza di convulsioni e migliorare la qualità della vita; d'altra parte però risultava associato a un aumento del rischio di eventi avversi e di eventi avversi gravi. Complessivamente, in 17 studi osservazionali, il 48,5% dei pazienti ha riportato una riduzione del 50% o più delle convulsioni, e in 14 studi osservazionali l''8,5% era libero da convulsioni. «I nostri risultati mostrano che il cannabidiolo di grado farmaceutico come trattamento adiuvante nell'epilessia resistente ai farmaci a insorgenza pediatrica può ridurre la frequenza delle convulsioni» concludono gli autori.

J Neurol Neurosurg Psychiatry. 2018. doi: 10.1136/jnnp-2017-317168
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29511052
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO