Sanità

mag42017

Cannabis Fm2, gratuita nelle farmacie ospedaliere del Lazio. Ecco come sarà dispensata

Cannabis Fm2, gratuita nelle farmacie ospedaliere del Lazio. Ecco come sarà dispensata
Anche la Regione Lazio, dopo Toscana, Puglia, Liguria, Campania, Emilia Romagna e Veneto, regolamenta la somministrazione di cannabis terapeutica come previsto dalla normativa dello Stato. Il decreto del commissario ad acta della Sanità (Nicola Zingaretti in quanto presidente) è il 151 del 21 aprile scorso ed ha come oggetto le «modalità di erogazione dei farmaci e dei preparati galenici magistrali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche». Nelle farmacie ospedaliere il farmaco verrà consegnato per gestire l'analgesia in patologie che implicano spasticità associata a dolore (sclerosi multipla, lesioni del midollo spinale) resistenti alla terapia tradizionale; l'analgesia nel dolore cronico (con particolare riferimento al dolore neurogeno) in cui il trattamento con antiinfiammatori non steroidei o con farmaci cortisonici o oppioidi si sia rilevato inefficace; l'effetto anticinetosico e antiemetico nella nausea e vomito causati da chemioterapia, radioterapia, terapia per Hiv, che non può essere ottenuto con trattamenti tradizionali; l'effetto stimolante dell'appetito nella cachessia, anoressia, perdita dell'appetito in pazienti oncologici, affetti da Aids, e nell'anoressia nervosa, che non può essere ottenuto con trattamenti tradizionali; l'effetto ipotensivo nel glaucoma resistente alle terapie convenzionali; la riduzione dei movimenti nella sindrome di Gilles de la Tourette. Ovviamente con modalità di dispensazione diverse. Nei casi di sclerosi multipla e lesioni del midollo, l'erogazione del preparato a base di cannabinoidi deve avvenire nelle farmacie ospedaliere del centro di riferimento che ha in carico l'assistito anche dopo le dimissioni del paziente. Per i pazienti oncologici, invece, la somministrazione avverrà con somministrazione diretta nella farmacia ospedaliera.

Restano escluse dalla dispensazione gratuita della cannabis terapeutica le farmacie private, dove altre tipologie di pazienti potranno recarsi sempre con prescrizione del medico, pagando però il preparato. Con qualche polemica tra gli addetti ai lavori: «Come si poteva prevedere» commenta Andrea Cicconetti, segretario di Federfarma Roma «la dispensazione di cannabis terapeutica gratuita potrà essere effettuata solo dalle farmacie ospedaliere, mentre le altre continueranno a fare quello che già facevano prima cioè consegnarla a pagamento. L'unica vera novità è che la Regione ha recepito le linee guida ministeriali, attivando quindi anche il canale gratuito».

E aggiunge: «Bisognava invece prendere in considerazione la possibilità di dispensazione anche alle farmacie aperte al pubblico, ma purtroppo in Italia il gratuito su cose un po' particolari è di appannaggio solo del pubblico. Siamo, come sempre, ingessati e la farmacia privata è messa al palo». Soddisfatto, chiaramente, il presidente della Regione Nicola Zingaretti, che sul suo profilo Facebook scrive: «Dopo anni il Lazio recupera un ritardo nell'applicazione delle norme sulla somministrazione controllata dai medici». La commercializzazione riguarderà solo la Fm 2 prodotta dallo stabilimento Chimico farmaceutico militare di Firenze. Gli specialisti e i medici di medicina generale, spiega la Regione Lazio in una nota, «dovranno valutare in modo puntuale e personalizzato l'utilizzo di questo tipo di farmaci per gli impieghi terapeutici, già previsti dal precitato Decreto 9 novembre 2015».


Rossella Gemma
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO