farmaci

mar12016

Carcinoma polmonare a cellule squamose, da Chmp ok per afatinib

Carcinoma polmonare a cellule squamose, da Chmp ok per afatinib
Il Chmp (Comitato di valutazione per i farmaci per uso umano dell'Agenzia Europea del Farmaco) ha emesso parere favorevole per l'approvazione di afatinib, prodotto da Boehringer Ingelheim, nel trattamento del carcinoma polmonare a cellule squamose avanzato. La decisione del Chmp si basa sui dati ricavati dallo studio Lux-Lung 8 che ha permesso di registrare un miglioramento significativo della sopravvivenza globale e quella libera da progressione della malattia rispetto a erlotinib pazienti con carcinoma polmonare a cellule squamose in progressione durante o dopo chemioterapia a base di platino. Lo studio, di fase III, fa parte di un ampio programma di sperimentazioni sugli inibitori della tirosin-chinasi del recettore del fattore di crescita dell'epidermide. I pazienti coinvolti, in tutto il mondo, sono circa 3.800.

Il trattamento ha comportato il verificarsi di alcuni effetti collaterali, in alcuni casi anche di grado severo. «La percentuale di eventi avversi gravi» si legge in un comunicato di Boehringer Ingelheim «è stata simile nei due bracci di trattamento, con differenze osservate nell'incidenza di alcuni effetti collaterali: maggiore incidenza di diarrea e stomatite severe con afatinib rispetto a erlotinib (diarrea di grado 3: 10% versus 2%; stomatite di grado 3: 4% versus 0%), mentre è stata riferita maggiore incidenza di rash/acne severa con erlotinib rispetto ad afatinib (rash/acne di grado 3:10% versus 6%)».

http://www.thelancet.com/journals/lanonc/article/PIIS1470-2045(15)00006-6/abstract
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO