Galenica

mar312023

Carenza antibiotici, amoxicillina in sospensione orale: allestimento galenico e gestione materie prime

L'amoxicillina è la penicillina più utilizzata sia da sola che in combinazione con la beta-lattamasi acido clavulanico

Carenza antibiotici, amoxicillina in sospensione orale: allestimento galenico e gestione materie prime
L'amoxicillina è un antibiotico appartenente alla classe dei beta-lattamici, gruppo delle penicilline semisintetiche. Viene usata da sola o in associazione con l'acido clavulanico in molte infezioni sostenute da batteri sensibili, che colpiscono l'orecchio, la faringe, le vie respiratorie inferiori, la cute, infiammazioni dentali, e l'apparato urinario.
Questo principio attivo agisce da battericida inibendo la sintesi del peptidoglicano attraverso il blocco della reazione di transpeptidazione catalizzata dagli enzimi PBP (Penicillin Binding Protein); in questo modo si determina un accumulo di precursori all'interno della cellula che lancia un segnale autolitico di distruzione della parete preesistente gram positivo.

Sospensione orale limita la dose massima giornaliera

L'acido clavulanico è più fortemente associato agli effetti collaterali gastrointestinali, inclusa l'infezione da Clostridium difficile e, quindi, nelle formulazioni di associazione orale, limita la dose massima giornaliera di amoxicillina che può essere somministrata. Per questo, sebbene l'utilizzo concomitante dei due attivi ne potenzi molto l'effetto, spesso si preferisce un approccio più prudente ma ugualmente efficace con la sola amoxicillina.
Se, come in questo periodo, si presenta una carenza di medicinale industriale, il farmacista nel suo laboratorio galenico può intervenire (dietro prescrizione medica) andando a realizzare una sospensione di amoxicillina. Per far questo, vista la difficoltà di reperimento della materia prima, ci si può confrontare con il medico affinché prescriva la preparazione della sospensione a partire dalle compresse industriali di amoxicillina.
Nell'adulto si somministrano 250-500 mg ogni otto ore. Si suggeriscono dosi di 125-250 mg ogni otto ore nei bambini fino a 10 anni di età e di 20-40 mg/kg/die nei bambini con peso inferiore a 20 kg. In alcuni casi possono rendersi necessarie dosi superiori, da somministrare sia in dose singola sia per brevi cicli di trattamento. Prestare attenzione, oltre ai comuni effetti collaterali, al concomitante utilizzo (nell'adulto) di acido acetilsalicilico che può aumentare la bio-disponibilità dell'amoxicillina.

Preparazione stabile per 14 giorni

Esempio formulativo
Materiali: pestello, mortaio, bilancia, cilindro
Amoxicillina 5g
Base per sospensione qb. a 100ml
Levigare a secco il principio attivo previsto per la preparazione oppure triturare la polvere da compresse o capsule. Aggiungere direttamente al principio attivo la base per sospensione, e umettare la polvere. Continuare con l'aggiunta di base fino al volume previsto dalla preparazione. Quindi controllare volume con cilindro graduato. Visto l'aroma amarognolo del principio attivo, è possibile aggiungere un aroma liquido oppure polvere alla preparazione prima di sospendere il principio attivo nel veicolo. La preparazione risulta stabile per 14 giorni se conservata in frigo o a temperatura ambiente secondo quanto riportato in un recente vademecum Fda.

Luca Guizzon
Farmacista clinico territoriale. Esperto di fitoterapia, farmacia Campedello (www.farmaciacampedello.it) Vicenza

Fonti

Medicamenta Drug Information 2016. Bethesda, MD. 2016, p. 294 Clin Microbiol Infect 2020 Jul;26(7):871-879
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi