Sanità

set222015

Carenza farmaci. Cisl Fp denuncia: a Salerno manca l'insulina

Carenza farmaci. Cisl Fp denuncia: a Salerno manca l’insulina

Nelle farmacie di Salerno manca l'insulina: il farmaco, essenziale per salvaguardare la condizione dei cittadini affetti da diabete, sembra prendere percorsi più agevolati quando si tratta di mercati nazionali e anche europei, molto probabilmente perché più regolari nel saldare i debiti rispetto a quanto fa la Regione con quelli maturati dalle Asl nei loro confronti. La denuncia arriva da Pietro Antonacchio segretario generale Cisl Funzione pubblica Salerno tramite una nota diffusa nei giorni scorsi in cui sottolinea che «la mancanza di un farmaco salvavita come l'insulina è uno scandalo solo campano. Se è vero che le ditte preferiscono altri mercati, più sicuri nel rispetto dei pagamenti e nella certezza degli stessi, significa che la deriva verso tagli indiscriminati e mancate rimesse, adeguate ai fabbisogni assistenziali sta portando alla completa scomparsa del diritto a salute in tutta la regione Campania». Stando a quanto denuncia Cisl Fp, «la carenza crea disagio ai cittadini salernitani e di tutta la provincia che, rivolgendosi a tutti i centri dietologici pubblici dislocati in tutti i distretti sanitari dell'Asl Salerno, non trovano una soluzione, poiché nessuna struttura sanitaria è in condizione di poter garantire il farmaco». La carenza di insulina, spiega a Farmacista33, Marcello Conte, presidente di Federfarma Salerno «ciclicamente si ripropone e da anni solleviamo il problema con ministero e Aifa e ogni volta che capita segnaliamo chi non ci manda il farmaco richiesto. La situazione è migliorata da quando abbiamo iniziato a denunciate il fatto, ma il miglioramento non è a tappeto». E aggiunge: «Dalle aziende a cui si fa richiesta del farmaco ci viene detto che ne è stato inviato il quantitativo sufficiente, se non di più. Ma poi c'è sempre l'annoso problema dei farmacisti e dei depositi che esportano».
La conferma che ci sono indicatori di criticità arriva anche da Federfarma regionale, il cui presidente, Michele Di Iorio, ribadisce come il problema sia a due livelli, uno di aziende e l'altro di distributori e commenta: «Il problema con l'insulina è che non è un farmaco genericato, se ci fosse produttori genericisti la questione si potrebbe superare». Intanto, la Cisl Fp si appella al Commissario Postiglione e al Governatore della Campania De Luca di verificare quanto denunciato e «se risultasse vero che le ditte dirottano i farmaci in altri territori e su altri mercati solo per lucro, potrebbero rilevarsi anche estremi di denuncia per il reato di tentato omicidio, tanto più grave quanto più derivante dall'esclusiva necessità di continuare a fare profitto altrove, abbandonando tutti i diabetici della Campania».

Simona Zazzetta


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO