Sanità

apr82020

Carenza farmaci in ospedali europei. Eahp: antimicrobici e oncologici i più difficili da reperire

Carenza farmaci in ospedali europei. Eahp: antimicrobici e oncologici i più difficili da reperire

Il 95% dei farmacisti ospedalieri ha riferito che la carenza di medicinali nel 2019 è un problema attuale, e gli agenti antimicrobici e i farmaci oncologici rimangono le aree con più carenze

Il 95% dei farmacisti ospedalieri ha riferito che la carenza di medicinali nel 2019 è un problema attuale, e gli agenti antimicrobici e i farmaci oncologici rimangono le aree dove più frequentemente si verificano carenze. Un dato che confrontato con il 2018, 91,8% offre anche la misura dell'incremento.
I dati emergono dal Rapporto sulla carenza di medicinali dell'Associazione europea dei farmacisti ospedalieri (Eahp) che ha pubblicato i risultati del sondaggio condotto nei mesi scorsi.
All'indagine, per la prima volta, hanno partecipato, oltre ai farmacisti, anche pazienti, infermieri, medici e altri operatori sanitari; la raccolta dati di Eahp mirava a ottenere maggiori informazioni sui motivi e sulla gestione della carenza di medicinali e sull'impatto delle carenze sui pazienti. Il sondaggio si è svolto da novembre 2019 fino a metà gennaio 2020 e pertanto non ha tenuto conto dei problemi di disponibilità che si stanno attualmente verificando a causa della pandemia di Covid-19.

I risultati del sondaggio

Più della metà dei farmacisti ospedalieri che ha partecipato al sondaggio, ha dichiarato di aver avuto carenze di farmaci che hanno avuto un impatto sulle cure dei pazienti. Un tasso di risposta simile è stato osservato per i medici e altri operatori sanitari. I ritardi nella cura o nella terapia, il trattamento non ottimale, compresa l'efficacia inferiore, e la cancellazione delle cure, sono stati i problemi principali emersi dalle risposte. Farmacisti, medici e infermieri ospedalieri hanno indicato gli agenti antimicrobici come il tipo di medicina principalmente in carenza, mentre altri operatori sanitari hanno notato carenze più frequenti per i farmaci oncologici.
La percentuale di farmacisti ospedalieri che ha rilevato come la carenza di farmaci sia un problema per fornire una adeguata assistenza ai pazienti, è aumentata tra il 2018 e il 2019: nel 2018 il 91,8% dei farmacisti ospedalieri ha sottolineato che la carenza è un problema negli ospedali; nel 2019 il 95%.
Il feedback delle altre professioni è stato diverso: l'89% degli operatori sanitari che hanno partecipato al sondaggio concordando sul fatto che la carenza di medicinali è un problema, mentre solo il 62% degli infermieri e il 71% dei medici hanno condiviso questa opinione.

I principali motivi delle carenze

L'indagine si è concentrata anche sui motivi della carenza di medicinali, raccogliendo le impressioni degli operatori sanitari.
Per i farmacisti ospedalieri, la carenza globale di un ingrediente farmaceutico attivo, nonché i problemi di fabbricazione e della catena di approvvigionamento sono stati i motivi principali; mentre i medici hanno incluso il prezzo di un farmaco, i problemi della catena di approvvigionamento e le questioni relative all'esportazione parallela. Molti dei pazienti che hanno partecipato al sondaggio inoltre, hanno sottolineato la loro insoddisfazione per il modo in cui il loro problema è stato gestito, chiedendo maggiore chiarezza e precisione sui motivi per cui non potevano usufruire del trattamento prescritto.
Una migliore applicazione dei requisiti obbligatori di notifica preventiva e la necessità di risposte strutturate di mitigazione sono riconosciute da tutti gli intervistati come la migliore strategia per affrontare le carenze.
"Di conseguenza Eahp - si legge in una nota ufficiale dell'Associazione - cerca di incoraggiare tutti gli attori coinvolti, compresi i farmacisti ospedalieri, ad adottare misure reattive, come lo svolgimento di valutazioni del rischio prospettiche, nonché misure proattive, come le pratiche di gara prudente. Inoltre, l'Associazione ribadisce la sua richiesta legata al miglioramento della trasparenza e della condivisione delle informazioni. Solo una strategia di comunicazione globale sulle carenze indirizzata a tutti gli stati europei garantirà che tutti gli attori della catena di approvvigionamento, compresi i farmacisti ospedalieri, ricevano informazioni adeguate sulla carenza di medicinali nel loro paese".
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO