FARMACI E DINTORNI

mag32011

Chmp favorevole al mab combinato nel ca mammario

Il Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) ha emesso un parere positivo per l’estensione dell’indicazione di bevacizumab, in combinazione con capecitabina trattamento come terapia di prima linea per donne affette da carcinoma mammario metastatico per le quali un trattamento con altre opzioni chemioterapiche, inclusi i taxani e le antracicline, non è considerato appropriato. Lo ha reso noto Roche, in un comunicato, in cui si fa presente che il farmaco è già autorizzato in Europa in combinazione con la chemioterapia a base di paclitaxel in questa indicazione. La richiesta di estensione si basa sui risultati di uno studio di fase III che ha dimostrato un incremento del 45% della sopravvivenza libera da progressione ottenuto con la combinazione rispetto al solo trattamento con capecitabina. Bevacizumab è un anticorpo che si lega specificatamente al fattore di crescita endoteliale vascolare, bloccandone gli effetti biologici che favoriscono l'angiogenesi tumorale.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi