Sanità

mag232013

Cipomo, troppo tempo dedicato ad attività burocratiche

«Eccessivo e insostenibile che la metà del nostro tempo-lavoro venga dedicata ad attività burocratiche che ci costringono a sottrarre ore preziose alla cura dei nostri pazienti». Lo dichiara in una nota Roberto Labianca Presidente Nazionale Cipomo

firma

«Eccessivo e insostenibile che la metà del nostro tempo-lavoro venga dedicata ad attività burocratiche che ci costringono a sottrarre ore preziose alla cura dei nostri pazienti». Lo dichiara in una nota Roberto Labianca Presidente Nazionale Cipomo, sottolineando come questo risultato sia «frutto di uno studio appositamente condotto due anni fa –in occasione del Congresso Nazionale Cipomo tenutosi a Udine- da parte dell’Oncologia Medica di Parma, e oggi aggiornato alla luce dei cambiamenti sorti. La situazione» continua Labianca «si è ulteriormente aggravata considerando gli adempimenti richiesti dal nuovo Registro Farmaci Oncologici da parte di Aifa. Lo scorso 8 marzo si è tenuto un importante incontro tra Aifa, Aiom e Cipomo proprio sui Registri Farmaci Oncologici, con il coinvolgimento anche dei farmacisti ospedalieri, e prossimamente ne seguirà un altro, che ci auguriamo davvero risolutivo. Noi chiediamo» si conclude la nota «l’eliminazione, o almeno l’alleggerimento sostanziale, di incombenze burocratiche che ci distolgono dalla nostra professione e che limitano pesantemente la nostra azione di cura e assistenza nei confronti dei malati. È questo il nostro compito ed è questo che ci chiedono ogni giorno i nostri pazienti e le loro famiglie».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi