Sanità

ott272016

Concorso Lombardia, attesa sentenza che sblocca graduatoria. Avvocati: strada ancora lunga

Concorso Lombardia, attesa sentenza che sblocca graduatoria. Avvocati: strada ancora lunga
Rimane sospesa l'assegnazione delle sedi farmaceutiche del concorso straordinario in Lombardia: a bloccare tutto sono 3 ricorsi pendenti, due al Tar di Milano (1948/2015, 810/2016) e uno al Consiglio di Stato (1874/16). A giorni è prevista la pubblicazione della sentenza che dovrebbe permettere di fare luce su almeno uno di questi tre provvedimenti, il 810/2016, la cui udienza si è tenuta il 5 ottobre, ma la strada da percorrere è ancora lunga: «Questa sentenza non sarà comunque quella decisiva - spiega l'avvocato Stefano Ribolzi esperto in diritto farmaceutico - fino a quando non ci sarà il pronunciamento su tutte le pendenze la Regione non avanzerà con l'interpello».

L'unica cosa che rimane da fare ora «è aspettare - aggiunge l'avvocato Quintino Lombardo, dello Studio Legale Cavallaro, Duchi e Lombardo «c'è chi si è chiesto se fosse il caso di fare delle diffide per spingere la Lombardia ad accelerare i tempi, ma quando la Regione si ferma perché lo dice il Tar c'è poco da intervenire. D'altra parte non si può certo proseguire con l'interpello mentre la graduatoria viene rielaborata». A quattro anni da quando è stato indetto il concorso straordinario, sono ancora diverse le regioni in cui l'apertura delle nuove farmacie tarda a partire, tutta colpa di «un concorso che non è stato fatto male, ma malissimo» - spiega il presidente del sindacato titolari Annarosa Racca parlando con Farmacista33 «e proprio per questo si presta a un'infinità di ricorsi in tutta Italia. La Lombardia, in particolare, è la regione che aveva il maggior numero di partecipanti e quindi è normale che sia anche una di quelle in cui ci sono più ricorsi e dove i tempi sono andati via via dilazionandosi maggiormente - aggiunge - da alcuni punteggi assegnati in modo diverso nelle varie regioni, a farmacisti che si iscrivevano al concorso in più regioni, nel bando c'erano troppe lacune che noi avevamo già denunciato. Qualche regione è partita, altre fanno più fatica perché ci sono più concorrenti». Per chiarire alcune delle tematiche inerenti al concorso «nelle prossime due o tre settimane organizzeremo un incontro aperto a tutti i farmacisti interessati per approfondire l'argomento», conclude il presidente dell'Ordine dei farmacisti di Brescia Francesco Rastrelli.


Attilia Burke
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO