Sanità

ott162015

Concorso Lombardia, Tar annulla un'altra sede istituita da Comune

Concorso Lombardia, Tar annulla un’altra sede istituita da Comune
La nuova farmaceutica istituita in un Comune della provincia di Brescia (Calcinato, circa 13.000 abitanti) nell'ambito del concorso straordinario indetto dalla Regione Lombardia va annullata. È quanto ha stabilito il Tar lombardo accogliendo il ricorso di un farmacista titolare di una farmacia avente sede nel comune. «La nuova sede» precisa Stefano Carlo Ribolzi, avvocato rappresentante del ricorrente nella causa «era stata inserita nel concorso a seguito di indicazioni del Comune, che gestisce nel suo territorio un dispensario e una sede, puntualmente recepita da Regione Lombardia in difetto formale e sostanziale della legge N. 27/2012». L'avvocato spiega che «l'indicazione del Comune doveva infatti assumersi per delibera di giunta-consiglio sentito il parere dell'Asl e dell'Ordine. La Regione, che era intervenuta in apparente supplenza del Comune, avrebbe dovuto accertare il fatto che la nuova sede indicata dal Comune non teneva in considerazione la zona ove il dispensario gestito dallo stesso comune resta aperto: luogo naturale ove aprire la nuova farmacia». Il processo, prosegue Ribolzi è stato «sospeso in attesa del pronunciamento della Corte Costituzionale investita della questione del conflitto di interessi Comuni /sedi. Ma la Corte non si pronunciava nel merito e ne frattempo il Tar ha accolto il ricorso del farmacista in quanto l'indicazione del Comune, del tutto irrituale, non è stata pubblicata e/o notificata ma indirizzata alla Regione che l'ha recepita alla lettera senza un minimo di istruttoria del caso. Le eccezioni della controparte (Regione Lombardia, ndr.) sono state conseguentemente respinte. Analogo esito è capitato lo scorso marzo alla sede di Desenzano del Garda». I pronunciamenti del tar dovranno essere comunicati ai candidati del concorso.

Simona Zazzetta
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO