Sanità

nov142014

Concorso, Parafarmacie: da graduatorie emergono le anomalie del sistema

Concorso, Parafarmacie: da graduatorie emergono le anomalie del sistema
Il concorso straordinario per l'apertura di nuovi sedi farmaceutiche bandito dal Ministero della Salute unito al sistema di ereditarietà che ancora regolamenta l'accesso alla professione, non sana affatto le numerose anomalie che da sempre penalizzano e discriminano tanti giovani farmacisti. Lo dichiara Davide Gullotta (foto), presidente della Federazione nazionale delle parafarmacie in una nota in cui rivolge un appello a intervenire al premier Matteo Renzi.
«Già dalle prime graduatorie emerge che questo concorso straordinario per titoli, che doveva favorire i giovani farmacisti permettendo l'associazione di più colleghi e sommare il punteggio, non è risolutivo per l'accesso alla professione dei farmacisti», sottolinea Gullotta. «Molti dei legittimatissimi vincitori di sede sono figli di farmacisti titolari che erediteranno un'altra farmacia: alla prova dei fatti un concorso su base meritoria, insieme al vincolo di ereditarietà di una concessione statale, crea esattamente questo genere di anomalie. Alla luce di una situazione altamente discriminante a danno di colleghi che non possono, in alcun modo svolgere la professione per cui hanno conseguito un titolo di studio, chiediamo», conclude Gullotta «l'intervento del premier Renzi, al quale rivolgiamo il nostro grido di allarme».

Simona Zazzetta

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Boiron Roux - Pediatria
vai al download >>

SUL BANCO