Sanità

gen292015

Concorso 2009, Santagada: commissione convocata per consegnare gli atti

Concorso 2009, Santagada: commissione convocata per consegnare gli atti
In Campania, la commissione del concorso ordinario 2009 ha concluso i lavori e venerdì consegnerà gli atti alla Regione e i 700 farmacisti candidati idonei, che da tempo protestano per avere risposte dal governatore Stefano Caldoro, su graduatoria definitiva e numero di sedi disponibili, potrebbero riceverle a breve. È Vincenzo Santagada, presidente dell'ordine dei farmacisti di Napoli e membro della commissione («allora ero solo professore universitario e non presidente di Ordine»), a spiegare che questa «lunga e assurda vicenda» si avvicina al passaggio finale: «La commissione è stata riconvocata dall'avvocatura regionale, che ha ritenuto opportuno rivedere alcun punteggi, anche alla luce dei ricorsi in atto. I lavori sono stati portati a termine e venerdì siamo convocati per consegnare gli atti alla Regione. Sarà poi la Regione che con un atto politico dovrà pubblicare la graduatoria definitiva e il numero delle sedi». E aggiunge: «Resta comunque assurdo che non si sia ancora chiuso un concorso pubblico indetto nel 2009».
Dello stesso avviso sono i farmacisti risultati idonei che, organizzati in un comitato di agitazione, fanno sapere di attendere da tempo «risposte su una graduatoria definitiva, che terrà conto anche dei ricorsi fatti nel frattempo», e in particolare di sapere il destino «delle sedi date ai comuni per diritto di prelazione per l'apertura di farmacie comunali la maggior parte delle quali non sono mai stata attivate». Come comitato, spiega Salvatore Crimaldi, uno dei membri «chiediamo che vengano restituite ai farmacisti che hanno partecipato al concorso. In Campania ci sono centinaia di giovani e meno giovani colleghi laureati disoccupati che attendono risposte per sapere se diventeranno titolari di una farmacia». Lo stesso Santagada, sottolinea che si tratta di «35 sedi date in prelazione ai Comuni sei anni fa che devono tornare nell'elenco di quelle a concorso. Sono sedi» chiarisce «per le quali c'è un decreto di decadenza pubblicato nei mesi scorsi nel Bollettino ufficiale della regione Campania e per le quali la Regione, nel marzo 2014, aveva comunicato ai Comuni che l'alternativa all'apertura era la perdita di prelazione. Ma nell'atto di programmazione regionale di agosto ha inserito un'ulteriore proroga al 31 dicembre 2014. Ma ora devono tornare nell'elenco delle sedi messe a concorso nel 2009».

Simona Zazzetta

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO