Sanità

set172015

Conferenza Stato-Regioni: la Commissione Salute passa dal Veneto all'Emilia Romagna

Conferenza Stato-Regioni: la Commissione Salute passa dal Veneto all’Emilia Romagna
Come era stato più volte ipotizzato dall'assessore alla Sanità Luca Coletto, il coordinamento della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni è passato dalla Regione Veneto alla Regione Emilia Romagna rappresentata dall'assessore Sergio Venturi. E, prevedibilmente, la decisione non ha lasciato indifferente il presidente del Veneto Luca Zaia. «Non abbiamo accettato nessuna Commissione - ha detto a chiusura dei lavori - e per la prima volta nella storia, una Regione non avrà la presidenza di nessuna Commissione, non per un capriccio». Il Veneto ha poi voluto anche porre la questione della incompatibilità della presidenza dell'Agenas, attualmente presieduta dall'Emilia Romagna, e il nuovo incarico nel coordinamento della Stato-Regione. Secca la replica di Sergio Chiamparino. «La presidenza delle commissioni, fra le tante cose di cui deve tenere conto, deve tenere presente anche degli equilibri politici - ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni - non a caso il centrodestra aveva le due presidenze più importanti di commissione (Affari finanziari e Salute) perché erano figlie di un momento in cui il centrodestra occupava più regioni». E in merito alla tanto discussa polemica sui tagli alla spesa sanitaria, ha aggiunto che «nel Patto per la Salute, che era stato proposto e sottoscritto dal governo e da noi, le cifre erano 2 miliardi in più nel 2015, 3 miliardi nel 2016 e altri 2 miliardi in più sul 2017. Poi i fondi sul 2015 sono stati azzerati. Mi aspetto che non siano azzerati quelli sul 2016, anzi che ci sia un giusto adeguamento. Le cifre però le faremo quando saremo in condizione di vedere le carte». E Chiamparino ha anche spiegato che le Regioni stanno già lavorando sulla spending review con Yoram Gutgeld: «I risparmi in sanità - ha concluso - vanno reinvestiti in farmaci innovativi, investimenti tecnologici, personale ed adeguamento delle strutture». La Conferenza delle Regioni ha rivisto i coordinamenti e vicecoordinamenti delle Commissioni dopo che, prima della pausa estiva, era iniziato il riassetto dei vertici con la conferma del presidente Sergio Chiamparino, l'elezione del vice Giovanni Toti e la formazione del nuovo ufficio di presidenza. Tra le Commissioni più "pesanti" quella sugli Affari finanziari, che resta guidata dalla Lombardia, e quella sulla Sanità appunto. La I Commissione Affari istituzionali e generali sarà coordinata invece dalla Calabria, il coordinatore vicario sarà il Piemonte. La Sardegna sarà Responsabile del settore Regioni ad autonomia differenziata.

Rossella Gemma
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO