Formazione

Tumore ovarico: fattori di rischio, sintomi, diagnosi e trattamento

Fattori di rischio
Uno dei principali è l'età dato che la maggior parte dei casi si registra dopo la menopausa, altri fattori di rischio sono: il menarca precoce, non aver avuto figli, la presenza di una malattia infiammatoria pelvica, un tumore alla mammella diagnosticato in giovane età, sovrappeso. Un caso su dieci è invece il risultato di una predisposizione ereditaria con anamnesi positiva in un parente di primo grado. In presenza di mutazione dei geni Brca1 e Brca2 il tumore all'ovaio può presentarsi in età più giovane e associarsi al carcinoma della mammella.

Sintomi
Spesso compaiono quando il tumore si sta già diffondendo dall'ovaio ad altri organi e apparati. Questo è uno dei motivi per cui i tassi di sopravvivenza a lungo termine per questa neoplasia sono bassi. I sintomi più comuni sono:

· senso di sazietà immediata dopo i pasti;
· sanguinamento vaginale;
· malessere addominale e pelvico, dolore durante i rapporti sessuali;
· presenza di una massa pelvica;
· disturbi della minzione, con urgenza a urinare e aumento della frequenza;
· costipazione;
· stanchezza, perdita di peso.

Poiché sono segnali poco specifici e comuni ad altre condizioni benigne, meritano una valutazione da parte dello specialista quando persistono o se si presentano per oltre 12 volte in un mese.

Diagnosi
Non esistono programmi di screening per il tumore ovarico. In caso di sospetto, gli esami più utili includono una visita pelvica, con palpazione dell'ovaio, la ricerca di ascite addominale, un'ecografia all'addome e transvaginale. Il dosaggio nel sangue del marcatore C125 non è considerato affidabile in quanto poco specifico ma rimane utile in caso di recidive. Alle donne con familiarità, in base alla valutazione dello specialista, si può attivare una consulenza genetica per le mutazioni da Brca.

Prognosi
È un tipo di tumore caratterizzato da bassi tassi di sopravvivenza soprattutto a causa di una diagnosi in stadio avanzato. Se il sospetto clinico è confermato si procede con l'asportazione chirurgica della massa tumorale e la somministrazione di un trattamento farmacologico per evitare recidive.

Domande essenziali
· Quali sono i sintomi più comuni?
· In quali fasce di età colpisce più spesso?
· Può essere trattato chirurgicamente?

Elisabetta ha 39 anni, da alcune settimane lamenta dolore addominale diffuso e distensione della zona pelvica. Dopo le analisi è stata diagnosticata la presenza di un tumore ovarico. L'oncologo ha richiesto l'esecuzione di un test genetico.
 
    Quale tipo di mutazione verrà ricercata?

A

Del gene Brca

B

Dei geni associati alla sindrome di Lynch

C

Nessuno in particolare


Marvi Tonus



Bibliografia
· American Cancer Society

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO