Sanità

dic202007

Venerdì lo sciopero dei dipendenti

I sindacati di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL hanno indetto per verdì 23 uno sciopero dei farmacisti dipendenti non titolari e del personale non laureato. Lagitazione, dicono i sindacati, è stata indetta dopo "aver constatato l'indisponibilità di Federfarma a un confronto che porti al nuovo contratto". I sindacati "hanno chiesto d'incontrarsi con Federfarma il 4 dicembre - riferisce ancora il comunicato - dimostrando la volontà di riprendere la difficile trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro per i dipendenti di farmacia privata. Federfarma, al contrario, mantiene ferma la proposta di aumento economico, che ci ha costretto allo sciopero del 25 ottobre scorso. "La rottura delle trattative - replica Federfarma dalle pagine del suo settimanale Farma7 - è tutt'altro che dipesa dalla nostra associazione. Viceversa, Federfarma, proprio al fine di evitare che lo stallo del negoziato pregiudicasse le legittime aspettative del personale dipendente a un adeguamento delle retribuzioni, ha raccomandato a tutti gli associati - in una circolare - di erogare, a decorrere dal mese in corso, un incremento economico a titolo di anticipo sui futuri aumenti contrattuali nelle seguenti misure: della paga base di 70 euro al lordo delle ritenute di legge (per il livello primo delle farmacie urbane e da riparametrare per il restante personale e per le farmacie rurali sussidiate); della indennità speciale quadri mensile di 10 euro al lordo delle ritenute di legge, anch'essa riferita al livello primo più 12 anni e da riparametrare".
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi