Sanità

gen312007

Allarme per la ricerca italiana

“La ricerca farmaceutica? Una specie in estinzione". A lanciare la provocazione sono le rappresentanze sindacali delle società farmaceutiche Cti, Newron, Nerviano medical sciences (Nms) e Vicuron che, sostenuti dalle organizzazioni di categoria Filcem-Cgil e Femca-Cisl, denunciano il disinteresse di istituzioni, politici e industria per la crisi del settore. A destare preoccupazione sono i tre casi lombardi di Cti (ex Novuspharma), Nms e Vicuron che, secondo le rappresentanze sindacali, fotografano lo status quo della ricerca farmaceutica industriale della Regione. La prima a fine 2005 ha subito una riduzione del 30% del personale nel centro R&S di Bresso e oggi ha risorse finanziarie solo per l'anno in corso. Eppure, sottolineano i sindacati in una nota, "è riuscita a produrre un farmaco, il pixantrone, che sta fornendo ottimi risultati nei test clinici sul Linfoma non-hodgkin". Il centro di ricerche Nms, a detta dei sindacati, nonostante stia ottenendo buoni risultati con i nuovi farmaci antitumorali, è a rischio per il mancato arrivo dei "finanziamenti pubblici promessi dai vari governi". L'azienda, passata da Farmitalia a Pharmacia a Pfizer, deve infatti sobbarcarsi l'alto costo di mantenimento del Campus di Nerviano, con 700 dipendenti. In bilico anche Vicuron, acquisita da Pfizer nel 2005 che, spiegano i sindacati, dopo aver scoperto due antinfettivi salvavita, "viene dismessa con licenziamento di tutti i lavoratori". L'appello delle Rsu è rivolto al Governo e a tutte le istituzioni: servono finanziamenti e misure concrete, come le defiscalizzazioni, per "favorire i consorzi tra piccole imprese e uscire dal nanismo cronico della farmaceutica italiana". Interventi strutturati e a più livelli che impediscano alle aziende “di utilizzare le risorse industriali e scientifiche italiane come un supermercato”.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi