Sanità

giu292007

Nuova classe contro il diabete

Sono inibitori del cotrasportatore 2 di sodio-glucosio (SGTL2) la nuova classe di farmaci antidiabetici orali che sta dando risultati clinici promettenti e molte delle maggiori farmaceutiche mondiali sono impegnate nello sviluppo di questo genere di farmaci. Bristol-Myers Squibb (BMS) che sta sviluppando insieme all'angolo-svedese AstraZeneca il dapaglifozin è stata la prima a presentare risultati preliminari di fase II, alla conferenza annuale dell'American Diabetes Association. GlaxoSmithKline (GSK) sta lavorando su un composto simile chiamato sergliflozin, anch'esso in fase II di sperimentazione, e Sanofi-Aventis sta testando una molecola detta Ave2268, i cui risultati di fase IIb sono attesi entro gli ultimi tre mesi del 2007. La proteina SGTL2 si trova nei reni e ha la funzione di estrarre il glucosio dall'urina e di reinserirlo nel flusso sanguigno. “L'idea - spiega Bernard Komoroski, a capo della ricerca sul farmaco di BMS - è dunque quella di abbassare i livelli di zuccheri nel sangue in una maniera differente, cioè bloccando la funzionalità della SGTL2 e facendo sì che il glucosio venga eliminato con la diuresi”. Dapaglifozin è stato testato su 47 pazienti e si è dimostrato in grado di ottimizzare i livelli di glucosio nel sangue in 14 giorni. I partecipanti al trial clinico hanno ricevuto diversi dosaggi del farmaco da solo o in abbinamento con metformina. Fra i principali effetti collaterali costipazione e nausea, con una manciata di episodi di infezioni vaginali e di ipoglicemia.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi