Galenica

set142018

Clindamicina & Co: un'associazione vincente contro l'acne

Il trattamento dell’acne vulgaris può passare attraverso molteplici trattamenti. Uno tra i più utilizzati rimane l’associazione tra antibiotico ed agente dermotrofico

Clindamicina & Co: un’associazione vincente contro l’acne
Tra gli antibiotici, uno dei più studiati in questo ambito è la clindamicina. La clindamicina è un derivato sintetico della lincomicina, con attività prevalentemente batteriostatica in quanto si lega alla subunità 50s dei ribosomi batterici inibendo la sintesi proteica. Ad alte concentrazioni e contro microbi sensibili, può risultare anche battericida.

Per quello che riguarda l'attività galenica, la clindamicina può essere prescritta con ricetta medica in associazione con altri attivi, evitando di andare a ricalcare fedelmente farmaci industriali già in commercio.

L'efficacia della clindamicina (da sola o con altri principi attivi) è stata confermata da numerosi studi. Ad esempio, Scheller e Sebastian hanno applicato una combinazione di benzoil perossido al 3% e clindamicina all'1% in pazienti affetti da acne medio-moderata, confrontandone gli effetti con una crema di acido azelaico al 20%. Dopo 12 settimane di trattamento, gli studiosi hanno osservato il cambiamento nelle lesioni infiammatorie sia come gravità che come numero. L'associazione tra clindamicina e benzoil perossido si è dimostrata in grado di diminuire fino al 20% in più i vari parametri, con peralto meno effetti collaterali dell'acido azelaico.

Altra combinazione interessante è quella con la tretinoina: sul Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology è apparso un articolo che studiava gli effetti dell'applicazione quotidiana di un gel con l1,2% di clindamicina fosfato ed il 0,025% di tretinoina.

Lo studio prevedeva anche la sollecitazione delle parti trattate con raggi UVA e UVB per valutarne la fototossicità o fotoallergenicità. Ebbene, al termine delle settimane di studio, non si sono registrati fenomeni di fototossicità, tuttavia si è manifestata una certa foto-allergia: eritema, irritazione che tuttavia non ha portato i pazienti ad interrompere lo studio. Dal punto di vista tecnologico, la clindamicina si presenta come una polvere Bianca molto solubile in acqua e poco solubile in alcool.

Esempio formulativo di lozione clindamicina:

Clindamicina 1,5g
Glicole propilenico 10g
Etanolo 45g
Acqua depurata 1b a 100g
Solubilizzare la clindamicina in acqua, quindi aggiungere glicole e alcool sotto costante agitazione.
Le prescrizioni a base di clindamicina sono sotto ricetta ripetibile.

Attenzione ad eventuali incompatibilità chimico-fisiche: le soluzioni dei sali di clindamicina presentano un pH acido e sono pertanto incompatibili con le preparazioni alcaline o con i farmaci instabili a pH acido.

Il farmaco mostra la massima stabilità nelle soluzioni acquose tamponate, a pH compresi tra 3 e 5.
Prestare attenzione ad eventuali allergie, poiché la clindamicina per via topica può venire in minima parte assorbita ed entrare in circolo sistemico. Evitare anche la contemporanea applicazione di eritromicina pena la perdita di efficacia della clindamicina.

Si raccomanda attenzione alla prescrizione della sola clindamicina e tretionina, poiché esiste già un farmaco industriale in commercio protetto da copertura brevettuale.

Luca Guizzon
Farmacista territoriale esperto in fitoterapia, Farmacia Campedello

Fonti:
J Eur Acad Dermatol Venereol. 2015 Jun;29 Suppl 5:8-13. doi: 10.1111/jdv.13185.
Ochsendorf FJ Drugs Dermatol. 2014 Jan;13(1):16-22.
J Eur Acad Dermatol Venereol. 2016 Jun;30(6):966-73. doi: 10.1111/jdv.13541. Epub 2016 Feb 24.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO