OMEOPATIA

feb72019

Profilo e azione di Trillium pendulum

Pianta rizomatosa delle Liliacee, il Trillium erectum cresce nell’America del nord. Nel rizoma si trovano i principi attivi cui è legata la sua attività. Sono eterosidi della diosgenina (saponosidi, trielina e trillarina), la cui azione generale è caratterizzata da fenomeni emorragici in vari organi

Profilo e azione di Trillium pendulum
Principali indicazioni d'uso
Rimedio di emorragie con debolezza, barcollamenti e senso di instabilità; diarrea cronica con muco insanguinato; metrorragie ed emorragie uterine da fibromi, mestruazioni frequenti e abbondanti; rilassamento del pavimento pelvico, minacce d'aborto; pneumopatie con espettorato purulento e striato di sangue, dolori trafittivi al torace; gengive sanguinanti, ematemesi e bruciori gastrici; epistassi, dolore alla fronte, vista confusa di oggetti che sembrano bluastri, acufeni.

Caratteristiche psicologiche del paziente
Tendenza alle sincopi, grande spossatezza, confusione.

Sintomi e modalità di reazione
Sensazione dolorosa alle anche e articolazioni sacroiliache che sembrano distaccarsi e che trovano sollievo in una guaina stretta Aggravamento: con il rumore (mal di testa), col caldo e il movimento (emorragie). Miglioramento: con una benda stretta (dolori al bacino)

Posologia
Cinque granuli alla 5 CH ogni 1-2 ore a seconda della gravità; diradare col miglioramento.

Il simile cura il simile
Gli eterosidi della diosgenina, a dosi tossiche, provocano la sintomatologia emorragica e quella correlata che Trillium pendulum cura quando somministrato a dosi omeopatiche infinitesimali.

Tiziana Di Giampietro
Si ringrazia Siomi (Società Italiana di Medicina Integrata) per la gentile collaborazione.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO