OMEOPATIA

mag212020

Valeriana officinalis, profilo e azione

Valeriana officinalis, profilo e azione

Valeriana officinalis cresce in tutte le regioni temperate dell'Europa. La Tintura madre preparata con la parte sotterranea contiene numerosi principi attivi e svolge un'azione sedativa combattendo l'eccitazione, l'insonnia e le palpitazioni

Valeriana officinalis è una pianta appartenente alla famiglia delle Valerianacee che cresce in tutte le regioni temperate dell'Europa. La Tintura madre, preparata con la parte sotterranea, contiene numerosi principi attivi: derivati aminici; piccole quantità di alcaloidi; terpenoidi dell'olio essenziale a effetto ipnotico; valepotriati, esteri particolari del tipo iridoide che svolgono un'azione sedativa combattendo l'eccitazione, l'insonnia e le palpitazioni.

Principali indicazioni

Il rimedio è utile per curare: l'insonnia iniziale dei soggetti neurotonici; gli spasmi del tubo digerente e della laringe, le mioclonie nei soggetti spasmofili; le sciatalgie e lombosacralgie di origine psicogena.

Sintomi caratteristici e modalità

Dolori crampiformi con sussulti, senso di soffocamento, di bolo isterico con spasmi laringei, esofagei o gastrici; sensazione di malessere diffuso. Peggioramento con le contrarietà, con i minimi dolori, con l'immobilità e l'estensione dell'arto colpito. Miglioramento con il movimento, il cambiamento di posizione, con il rilassamento dell'arto colpito.

Posologia

Nell'insonnia iniziale dei soggetti neurotonici può essere utile prescrivere Valeriana 1 Dh, 20 gocce da due a tre volte al giorno, diradando in base al miglioramento. Negli spasmi del tubo digerente e della laringe, nelle mioclonie nei soggetti spasmofili, è valido prescrivere il rimedio alla 30 Ch, 5 granuli due volte al giorno, diradando in base al miglioramento; per le sciatalgie e lombosacralgie di origine psicogena prescrivere 5 granuli due volte al giorno alla 7 o 9 Ch, sempre diradando in base al miglioramento ottenuto.

Il simile cura il simile

Valeriana ha un'azione sedativa e antispastica. Il suo effetto principale si manifesta: nelle turbe vegetative con agitazione, nell'estrema variabilità dell'umore, nell'ipersensibilità al dolore, nell'insonnia; inoltre agisce sugli spasmi della muscolatura liscia e striata.

Italo Grassi
Si ringrazia Siomi (Società italiana di omeopatia e medicina integrata) per la gentile collaborazione.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO