Sanità

ott302021

Green pass e vaccini. Durata e terza dose booster: novità e indicazioni da Governo e Cts

Green pass e vaccini. Durata e terza dose booster: novità e indicazioni da Governo e Cts

Prosegue il dibattito sull'ampliamento della platea per la terza dose booster di vaccino. Il Governo ha aggiornato le Faq sulla durata del green pass e il Cits dell'Aifa ha dato l'ok alla terza dose con Moderna. Ecco tutte le novità

Sono sempre di più gli italiani che hanno ricevuto la terza dose booster, che, secondo gli ultimi dati, è stata somministrata a più di 1,4 milioni di persone (38,4% degli aventi diritto). Da più parti arrivano pressioni per un ulteriore ampliamento della platea e, oggi, Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, invoca entro l'anno una estensione anche agli over 50. Intanto, dal Governo sono arrivati chiarimenti, a fronte di dubbi espressi da alcuni, sulla validità e durata del Green Pass, proprio alla luce della dose di richiamo.

I dati su terze dosi e le prospettive entro la fine dell'anno

Secondo l'ultimo report del Gimbe "al 27 ottobre sono state somministrate 1.191.327 terze dosi di cui 224.597 dosi aggiuntive e 966.730 dosi booster, con una media giornaliera di 29 mila somministrazioni. Il tasso nazionale di copertura vaccinale per le dosi aggiuntive è del 25,6% con nette differenze regionali: dallo 0,9% della Valle D'Aosta al 98,8% dell'Umbria. La copertura nazionale con dose booster è invece del 32,3% confermando le differenze tra Regioni: dal 10% della Calabria al 73,8% del Molise". A fronte di tali dati, continua il dibattito sulla estensione della platea per la dose di richiamo e dal sottosegretario alla Salute, Costa, viene chiarito: «A oggi abbiamo previsto la somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid per gli over 60 ed è ragionevole pensare che già entro l'anno ci sia un'estensione della platea ed io penso ai 50enni. Si tratta di una scelta che la politica fa sulla base di quelle che saranno le indicazioni scientifiche. E al momento siamo in una fase in continua evoluzione, di studio».

Governo aggiorna Faq: come cambia la validità del Green Pass con dose booster

Intanto, sempre in merito alla terza dose di richiamo, dal Governo arrivano nuove Faq per fare il punto sulla validità del Green Pass, dopo che da alcune parti erano stati espressi dubbi: "la Certificazione per terza dose booster" si legge sul sito "viene emessa il giorno successivo alla vaccinazione e ha validità per 12 mesi dalla data della somministrazione della dose aggiuntiva al ciclo completato (terza dose per ciclo a due dosi, seconda dose in caso di ciclo completato con dose singola)". Va detto che "i nuovi green pass vengono emessi indicando il numero di dosi effettuate rispetto al numero totale dosi previste per il ciclo vaccinale completo: 2 di 1 nel caso di precedente completamento del ciclo vaccinale con vaccino monodose o con dose unica dopo guarigione da Covid-19; 3 di 2 nel caso di completamento del ciclo vaccinale dopo due dosi". Il Governo ricorda comunque che "nel nostro Paese, il via alla vaccinazione con dose aggiuntiva è stato dato il 20 settembre, quello per la dose booster (richiamo) il 27 settembre. La Piattaforma nazionale DGC ha cominciato a rilasciare le nuove Certificazioni di dose aggiuntiva e booster dai primi di ottobre". A ogni modo, in generale, continuano le Faq, "per la prima dose dei vaccini che ne richiedono due, la Certificazione sarà generata dal 12° giorno dopo la somministrazione e avrà validità a partire dal 15° giorno fino alla dose successiva; nei casi di seconda dose e dose unica per infezione precedente alla vaccinazione o infezione successiva almeno dopo 14 giorni dalla prima dose, la Certificazione sarà generata entro un paio di giorni e sarà valida per 12 mesi dalla data di somministrazione; nei casi di vaccino monodose, la Certificazione sarà generata dal 15° giorno dopo la somministrazione e sarà valida per 12 mesi". Per quanto riguarda il tampone negativo, ricordano le Faq, "la Certificazione sarà generata in poche ore e avrà validità per 48 ore dall'ora del prelievo in caso di test antigenico rapido, di 72 ore in caso di test molecolare. Nei casi di guarigione da COVID-19 la Certificazione sarà generata entro il giorno seguente e avrà validità per 180 giorni (6 mesi)". Inoltre, "a partire dal 19 settembre, la validità delle Certificazioni verdi Covid-19 già emesse per completamento del ciclo vaccinale è stata automaticamente portata a 12 mesi dalla Piattaforma nazionale DGC. L'App di verifica applicherà i nuovi criteri di validità semplicemente leggendo il QR Code, che non cambierà, anche se nella certificazione vi è ancora indicata la validità di 9 mesi. Per ottenere eventualmente la Certificazione con la scritta "Certificazione valida 365 giorni (12 mesi)" è sufficiente riscaricarla utilizzando lo stesso AUTHCODE".

Ok da Aifa a richiamo con Moderna. Ecco la situazione

Per quanto riguarda il quadro relativo ai vaccini, novità ci sono dalla Commissione Tecnico Scientifica di Aifa (CTS) che ieri si è riunita e ha espresso il proprio parere anche su Spikevax (Moderna): "preso atto della decisione di Ema, la Cts stabilisce di rendere disponibile la dose booster del vaccino Spikevax, a distanza di almeno sei mesi dalla seconda dose, in soggetti di età pari o superiore ai 18 anni. La Commissione ribadisce inoltre che, come già stabilito per la dose booster di Pfizer, tale opportunità dovrebbe essere offerta in via prioritaria ai soggetti già indicati per il vaccino Comirnaty (Pfizer). La dose booster del vaccino Spikevax sarà inoltre inserita nell'elenco di cui alla L.648/96 per consentirne l'uso eterologo".
Al momento, quindi, come anche ricordato dall'ultimo Report del Gimbe, la platea vaccinabile con la terza dose è suddivisa secondo queste indicazioni:
· Dose aggiuntiva (877.999 di persone): una dose di vaccino Pfizer o Moderna ad almeno 28 giorni di distanza dal completamento del ciclo vaccinale per pazienti immunocompromessi;
· Dose booster (2.988.562 di persone): una dose di vaccino Pfizer o Moderna ad almeno 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale per over 60 anni, ospiti delle RSA, operatori sanitari e sociosanitari e persone di età ≥18 anni con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti.

Francesca Giani
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi