Sanità

mar172016

Contraccettivi d'emergenza, Sigo: effetti collaterali? Il rischio di gravidanza indesiderata

Contraccettivi d'emergenza, Sigo: effetti collaterali? Il rischio di gravidanza indesiderata
La prima complicazione legata all'assunzione dei contraccettivi d'emergenza è il loro possibile non funzionamento, ed è proprio questo il punto che il farmacista dovrebbe stressare maggiormente in fase di dispensazione. Se l'ovulazione è già avvenuta la pillola del giorno dopo o dei 5 giorni dopo non funziona. L'effetto collaterale principale, dunque, è una possibile gravidanza indesiderata. Si può parlare poi di occasionali sintomi fastidiosi come perdite di sangue e nausea. Questo è ciò che ha detto Mauro Busacca, vice presidente della Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo) e ordinario all'Università di Milano, a proposito della discussa variazione di classificazione di unipristal acetato e levonorgestrel. Da quando le due molecole, da farmaci dispensati dietro presentazione di ricetta medica non ripetibile, sono stati inseriti nella categoria Sop e resi dunque accessibili liberamente a tutti i maggiorenni, tra i farmacisti si è sentito parlare spesso di obiezione di coscienza.

«Tutte le evidenze scientifiche indicano che le due molecole svolgono un'azione preventiva dell'ovulazione e non post-ovulatoria, questo significa che di fatto non sono abortivi ed è stato dimostrato che, in caso di concepimento già avvenuto, non hanno effetti teratogeni sul bambino» spiega Busacca. «Personalmente non ritengo che ci sia alcun problema nell'utilizzarlo e nella concessione spontanea all'utilizzo di questo trattamento one shot». In realtà, secondo il vice presidente Sigo, quest'iniziativa «aiuta in parte ad alleggerire una situazione di problematica gestionale all'interno degli ospedali perché prima chi aveva bisogno del contraccettivo d'emergenza si presentava in pronto soccorso».
Tra i dubbi manifestati anche quelli relativi a potenziali rischi di un utilizzo ripetuto del farmaco, aspetto su cui, dice Busacca, «non ci sono dati al riguardo». Ma aggiunge: «Tuttavia, è importante sottolineare che questi farmaci devono essere utilizzati solo in casi di emergenza, in maniera sporadica, se necessario, e questo era stato anche chiarito dalla Sigo in un documento. E in primis va ricordato che non hanno la stessa copertura della classica pillola anticoncezionale, dunque non garantiscono che venga scongiurata una gravidanza indesiderata».

Attilia Burke
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO