Sanità

mar302011

Contratti dipendenza, la situazione ai tavoli

Proseguono su binari paralleli e a velocità differenti le trattative per il rinnovo dei contratti dei farmacisti che lavorano nella grande distribuzione e nelle farmacie private del territorio. L’altro ieri nuovo incontro al tavolo per il Ccnl della distribuzione cooperativa, avviato nel settembre scorso. Per quanto concerne i farmacisti l’obiettivo massimo che i sindacati confederali continuano a perseguire è l’inquadramento nel primo livello, ma la trattativa rimane difficile perché la controparte ha dalla sua due argomenti forti quali la difficile congiuntura economica (che pesa in modo particolare sulla grande distribuzione) e il ddl Gasparri-Tomassini sul riordino del servizio farmaceutico, che minaccia l’eliminazione della figura del farmacista da corner ed esercizi di vicinato. Definitivamente accantonata invece l’ipotesi di concedere ai farmacisti un inquadramento a parte, come era stato ipotizzato dai sindacati all’avvio delle trattative. La stessa eventualità è sfumata anche sul tavolo per il rinnovo del contratto del terziario (riguardante i farmacisti impiegati nei corner della Gdo non coop), che Cisl e Uil si apprestano a firmare e Cgil ha già rigettato. Slittato infine al 18 aprile l’incontro tra confederali e Federfarma che avrebbe dovuto tenersi sempre ieri l’altro. Lo scoglio sul quale al momento si è incagliata la trattativa riguarda la previdenza complementare: i sindacati vorrebbero che nel contratto fosse inserito Fondoprofessioni come cassa nella quale far convergere la quota dello 0,30, Federfarma preferisce che siano i lavoratori a scegliere pur garantendo l’erogazione degli stessi contributi qualsiasi sia il fondo selezionato.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO