farmaci

dic132012

Controlli Nas in farmacia sulla pillola “depurativa” postsbornia

La pillola antisbronza Etisorb, venduta in farmacia, non ha ottenuto nessuna autorizzazione da parte del ministero della Salute. La dichiarazione arriva dallo stesso Ministero dopo che notizie di stampa ne hanno denunciato la distribuzione in alcune farmacie genovesi. Immediati i controlli dei Nas su quello che sembra essere l’ennesimo ritrovato miracoloso, capace di depurare l’organismo dagli eccessi di alcool, fumo e da numerose altre sostanze tossiche, il tutto senza il supporto di alcuna dimostrazione scientifica. «Tempo fa» ha fatto sapere il ministero della Salute «il Consiglio superiore di sanità aveva espresso un parere negativo riguardo all'immissione in commercio di Etisorb» e il prodotto non ha poi ricevuto alcuna autorizzazione sanitaria in Italia. Ciononostante è liberamente venduto online e nel sito web dedicato si legge “certificato come dispositivo medico secondo la direttiva 93/42 CEE sui dispositivi medici”. Di fatto il prodotto, a base di zeolite, un minerale con capacità assorbenti, vanta proprietà salutari senza avere alcuna certificazione ufficiale e, cosa ancor più grave, senza possedere nemmeno i requisiti di sicurezza richiesti per qualsiasi farmaco e dispositivo medico. Non sarebbe dovuto arrivare sul bancone di una farmacia, dal momento che con tutta probabilità la sua commercializzazione non è legale, ma per sapere se è solo innocuo o anche pericoloso si dovranno attendere gli esiti delle indagini dei Nas.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO