Sanità

set202021

Convegno Fenagifar: giovani farmacisti pronti a correre e agire

Convegno Fenagifar: giovani farmacisti pronti a correre e agire

Si conclude Cosmofarma 2021 e i giovani farmacisti salutano questa edizione con una grande partecipazione ed impegni concreti da portare avanti

Si conclude Cosmofarma 2021, ricca di nuovi spunti e ritrovate energie, i giovani farmacisti salutano questa edizione con una grande partecipazione ed impegni concreti da portare avanti. Primi tra tutti le proposte pubbliche, concrete ed innovative per il futuro professionale emerse dal convegno "Tesi e sintesi: raccogliere il testimone e correre più veloce", che ha visto coinvolti rappresentati di categoria unitamente ai portavoce di Fenagifar, di ogni tavolo tematico.

Università: introdurre seminari tematici e armonizzare il tirocinio

L'università come luogo di prima formazione del futuro farmacista deve necessariamente essere al passo coi tempi, in un'epoca di forti cambiamenti, spinti ancora di più dalla emergenza pandemica e dall'avanzamento tecnologico. Per questo la possibilità di introdurre seminari tematici sugli argomenti più utili alla professione del farmacista durante il percorso di studi risulta un grande vantaggio. Inoltre, il tirocinio professionale, come momento di vero incontro del futuro farmacista con la professione, deve essere armonizzato sul territorio italiano e vissuto responsabilmente dallo studente.

Farmacista 2.0: nuove competenze a tutela della salute del paziente

Oggi giorno si osserva un cambio di paradigma dell'azione del farmacista: dalla dispensazione del farmaco all'attenzione ai bisogni di salute del paziente. Grazie ad una formazione specialistica, il farmacista ottiene competenze specifiche nella gestione dei minor disease e nella presa in carico del paziente cronico. Il metodo clinical pharmacy permette il superamento di un approccio prettamente soggettivo e individualista a vantaggio di un sistema che garantisce un'alta qualità di consiglio al paziente, grazie ad un approccio basato sull'evidence based medicine. A tutela della salute, il farmacista ha acquisito un ruolo significativo all'interno delle campagne vaccinali, attraverso l'educazione della popolazione, sensibilizzandola alla profilassi, l'attività di gestione delle forniture, preparazione di vaccini, somministrazione e nel segnalare anche sospette reazioni avverse dai vaccini COVID-19, contribuendo così alla farmacovigilanza.

La rivoluzione digitale

Come un surfista, il farmacista in epoca covid, ha cavalcato ancora una volta l'onda del cambiamento, certamente un cambiamento forzato e dovuto all'emergenza sanitaria che ci ha investito, ma che ha portato una rapida evoluzione nella gestione delle attività in farmacia, prima fra tutte la spedizione delle ricette. Si è passati rapidamente dalla tradizionale ricetta rossa, alla ricetta che tutti noi conosciamo oggi come ricetta dematerializzata. Grazie alla tecnologia, possiamo monitorar i pazienti, attraverso l'ausilio di medical devices indossabili, che abbiano un basso impatto economico, e attraverso il teleconsulto, migliorare l'aderenza terapeutica, affermando ulteriormente il nostro ruolo all'interno del percorso di cura e di ricerca del benessere.

Tutele contrattuali: sportello unico e bot

La maggior parte dei colleghi non conosce purtroppo i propri diritti in merito alle tutele contrattuali, a causa di una difficoltà nel reperire le informazioni e nella lettura dei testi di non semplicissima fruizione. Da questo assunto l'idea di creare, nello spirito di collaborazione con le istituzioni, uno sportello per le tutele del lavoratore, con degli appuntamenti che chiariscono le perplessità e i dubbi dei colleghi, e di uno strumento bot tecnologico, che potrebbe rispondere alle domande più semplici.

Nuove frontiere: riproducibilità e qualità

Come professionisti non dobbiamo avere paura del fare, delle nuove frontiere e delle nuove attività che la nostra professione prevede. Dobbiamo fare bene perché noi siamo garanti della qualità di tutto ciò che è presente in farmacia, dal farmaco al servizio. Dobbiamo farlo sempre perché la riproducibilità è la chiave di volta per parlare una sola lingua tra noi e il decisore. I giovani farmacisti sono pronti a fare la loro parte, dedicandosi ad una professione in costante evoluzione.

Paolo Levantino
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi