Sanità

mar32020

Coronavirus, farmacie Lombardia: modificati turni su base volontaria in zona rossa

Coronavirus, farmacie Lombardia: modificati turni su base volontaria in zona rossa

Le farmacie delle zone rosse in Lombardia hanno riorganizzato i turni su base volontaria con aumento delle ore di apertura. Federfarma Lombardia: farmacie in prima linea

Nei comuni della zona rossa le farmacie sono state, e continuano ad essere, sempre aperte e - attraverso un'efficace riorganizzazione dei turni, su base volontaria che ha un portato a un sensibile aumento delle ore di apertura - garantiscono una continuità del servizio 24 ore su 24. Lo sottolinea Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia in una nota. L'apporto delle farmacie, aggiunge, «anche nel resto del territorio regionale l'apporto delle farmacie è come sempre fondamentale, non solo attraverso l'ascolto e il consiglio, più importanti che mai in questi giorni di dubbi e di apprensione da parte dei cittadini, ma anche con interventi concreti e proattivi».

Fronte comune sull'emergenze: gel e promemoria cartaceo

La presidente di Federfarma Lombardia riporta a titolo di esempio quanto fatto sul fronte della carenza di gel igienizzanti per le mani: «Le farmacie fanno fronte con preparazioni sostitutive, prodotte direttamente nei nostri laboratori». E poi per la gestione delle ricette elettroniche: «Alla luce del fatto che gli studi medici hanno limitazioni nell'accesso dei pazienti, le farmacie si fanno carico della stampa della ricetta dematerializzata, garantendo ai cittadini la regolare spedizione delle stesse». «Con la collaborazione fra tutti gli attori del sistema - conclude la dottoressa Racca - dalla politica, agli operatori sanitari, senza dimenticare i volontari e le Forze dell'Ordine, le farmacie lombarde - che colgo l'occasione per ringraziare per il consueto spirito di collaborazione e per la straordinaria generosità mostrata in questi giorni - garantiscono, come sempre, un efficace risposta nei momenti di emergenza».

La forza è essere una rete

Due lunghe settimane, ricorda la nota, che il Sistema sanitario regionale della Lombardia, anche grazie al contributo delle farmacie, sempre in prima linea, ha gestito e continuerà a gestire. «La forza delle farmacie è essere rete - aggiunge Luigi Zocchi, segretario di Federfarma Lombardia -. In queste settimane tutte le farmacie lombarde, grandi e piccole, accolgono, rassicurano e informano con la consueta professionalità moltissime persone preoccupate; senza speculazioni e senza far troppo rumore aiutano a mantenere la situazione sotto controllo».
«Le farmacie rurali dei piccoli comuni hanno un ruolo fondamentale nel territorio lombardo - conclude Clara Mottinelli, presidente del Comitato rurale di Federfarma Lombardia - ne sono un esempio le farmacie della zona rossa, prevalentemente di dimensioni contenute e rurali. Pur essendo piccole gestiscono in modo ammirevole una situazione di grande emergenza, confermando come le farmacie rurali siano un patrimonio e una ricchezza del territorio lombardo».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO