Sanità

mar22020

Coronavirus, Ordine di Roma organizza incontro Ecm. Croce: eliminare comportamenti speculativi

Coronavirus, Ordine di Roma organizza incontro Ecm. Croce: eliminare comportamenti speculativi

L'Ordine dei farmacisti di Roma ha programmato per il prossimo lunedì 9 marzo alle ore 20.00 una serata straordinaria del corso Ecm su aspetti scientifici e comportamentali nell'emergenza da Sars-Cov-2

Per rispondere alle numerose richieste di chiarimenti sia di carattere scientifico che comportamentale in merito all'emergenza epidemiologica da Covid-19 l'Ordine dei farmacisti di Roma ha programmato per il prossimo lunedì 9 marzo alle ore 20.00 una serata straordinaria del corso Ecm in svolgimento nell'Aula Magna del Rettorato dell'Università Roma Sapienza, alla quale parteciperanno illustri specialisti. La lezione, fa sapere l'Ordine in una nota, è aperta a tutti i colleghi indipendentemente dalla loro iscrizione al corso ECM.

Anche in provincia di Roma, spiega il presidente dell'Ordine Emilio Croce, «abbiamo dovuto e continuiamo a far fronte ogni giorno alle moltissime richieste di cittadini che affollano le farmacie alla ricerca, prima e più ancora di prodotti, di informazioni certificate e di rassicurazioni. Come sempre, la nostra categoria è riuscita a rispondere alle istanze della cittadinanza, confermando la natura di presidio sanitario di prossimità della farmacia e il ruolo di primo riferimento professionale in materia di salute del farmacista. Un risultato importante» per il quale Croce, a nome del Consiglio direttivo, invia un ringraziamento per «l'impegno e il lavoro quotidiano».

E aggiunge, «con molto rammarico», che ci sono stati «alcuni esposti pervenuti dai cittadini in ordine ad asseriti comportamenti speculativi da parte di qualche collega, che si sarebbero sostanziati in anomali rincari dei prezzi dei dispositivi di protezione individuale e di altri prodotti».

Aspetto su cui Croce ricorda che «al di là degli obblighi deontologici - noi farmacisti esercitiamo la nostra professione nel settore che, più di ogni altro, è ontologicamente etico: la sanità, ovvero la tutela della vita e della salute delle persone. Basta solo questa considerazione per evidenziare come ogni comportamento che vada oltre le regole, o sia comunque censurabile sotto il profilo dell'opportunità e delle convenienze dettate dalle circostanze, non può né deve avere diritto di cittadinanza all'interno della nostra comunità professionale».
E sottolinea che «eliminare i comportamenti al di fuori del perimetro della legalità e del rigoroso rispetto della deontologia è un compito che coinvolge ognuno di noi» e che «in tutto il Paese si stanno stringendo le maglie dei controlli su tutti i comportamenti commerciali poco conformi e sono in essere indagine anche sui siti on line, sui quali sono stati riscontrati il maggior numero di speculazioni».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO