Sanità

lug102014

Cosmetica Italia: positivo l'andamento del primo semestre 2014

Cosmetica Italia: positivo l’andamento del primo semestre 2014
L'Indagine congiunturale dal Centro studi di Cosmetica Italia, che ogni anno fotografa l'andamento del settore, mostra piccoli segni di ripresa: in farmacia e all'estero la domanda di cosmetici è in crescita. Nel canale farmacia è in corso una razionalizzazione della domanda, il primo semestre 2014 ha fatto registrare una crescita del 2% e le pre­visioni di chiusura del secondo semestre indicano un +1,5%. Il valore del mercato alla fine dell'anno toccherà i 1.800 milioni di euro, a conferma della fiducia dei consumatori verso i livelli di specializzazione e la cura dei servizi accessori che la farmacia garantisce. Forti anche le esportazioni, che con il loro +7% trascinano il fatturato globale tanto che per quest'anno il valore della produzione, supererà i 9.400 milioni di euro con una crescita di quasi due punti percentuali rispetto al 2013. In linea generale però permane la sofferenza dei canali professionali, le frequentazione media sensibilmente ridotta dei saloni di acconciatura, per esempio, si traduce in un calo del 4% per tutto l'anno corrente, mentre i centri estetici registrano una contrazione del 3,8% nel primo semestre, che scenderà al 3% nel secondo semestre. Rallenta la crescita del canale erboristeria con un primo semestre a +1,8% e una stima del +2% per fine anno, con un valore di mercato oltre i 410 milioni di euro. Rallentano invece le perdite per il canale profumeria, il primo semestre è in calo del 3%, ma la previsione per il secondo semestre indica una flessio­ne del 2,5%. Quasi stabile infine il valore dei cosmetici venduti nella grande distribuzione, toccherà quasi i 4.000 milioni di euro, confermandosi il più importante canale di vendita per il cosmetico. «Pur in presenza di molte incertezze esogene» ha rilevato Fabio Rossello, presidente di Cosmetica Italia «il settore cosmetico italiano conferma la sua natura anelastica rispetto ai trend negativi, anzi ne incorpora le criticità e reagisce con competitività: lo testimoniano il costante ricorso all'investimento in innovazione e ricerca e l'ampliamento della capacità produttiva, a conferma della maturità imprenditoriale del settore». (E.L.)

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO