Benessere

ott32012

Cosmetici e pelle sensibile: una guida per difendersi

«Sono in aumento le pelli sensibili e le allergie cutanee ed è quindi necessario formulare prodotti di bellezza affini alla pelle e con il più basso contenuto di conservanti». Lo ha sottolineato Leonardo Celleno, direttore dell'unità operativa di Dermatologia presso il complesso Columbus università Cattolica di Roma, a margine del congresso nazionale dell'Associazione italiana di dermatologia e cosmetologia, appena concluso a Roma. Eppure, nonostante il mondo della cosmetica presti sempre maggior attenzione sia alle formulazioni che ai contenitori, spesso muniti di dosatori atti a evitare il contatto tra il prodotto, l’aria e i microrganismi presenti sulle mani dell’utente, ci sono comunque sostanze a rischio “sensibilità”. Lo ricorda anche una nota di Altroconsumo, con l’elenco degli ingredienti potenzialmente pericolosi che per chi ha la pelle sensibile che, per direttiva europea, devono essere segnalati in etichetta. Si tratta di 26 sostanze chimiche, soprattutto fragranze, che possono provocare irritazione cutanea, bruciore o arrossamento, o vere e proprie reazioni allergiche da contatto. Nella lista A, che comprende quelle più a rischio allergia perché causa di numerose reazioni allergiche segnalate dai consumatori, si trovano per esempio: benzyl alcohol, benzyl salicylate, cinnamyl alcohol, citral, coumarin, eugenol, geraniol. Nella lista B, delle sostanze con meno segnalazioni, ma pur sempre a rischio, si trovano citronellol, hexyl cinnamaldehyde oppure hexyl cinnamal, lilial oppure butylphenyl methylpropional, d-Limonene.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi