Sanità

ott52019

Counseling in farmacia. Asma e Bpco: i primi risultati dal progetto Respira

Counseling in farmacia. Asma e Bpco: i primi risultati dal progetto Respira
Counseling al paziente affetto da asma e Bpco e spirometria in farmacia: questo in concreto il progetto 'Respira', i cui primi risultati sono stati presentati sabato 5 ottobre nell'incontro "Le malattie respiratorie nella pharmaceutical care: le evidenze del progetto "Respira", durante il convegno FarmacistaPiù. Un percorso articolato di formazione al farmacista che prevede anche un questionario da presentare al paziente, per il consiglio e il supporto all'aderenza terapeutica di asma e BPCO, e l'automisurazione spirometrica.

Il progetto si inserisce nell'ormai dimostrata valenza del consiglio del farmacista per migliorare l'aderenza alla terapia, uno dei punti di forza della farmacia dei servizi alla luce del futuro incremento delle patologie croniche. Un esempio di paziente che necessita supporto è quello affetto da asma e BPCO, coinvolto dal Progetto Respira, realizzato con il contributo di Chiesi. «Un primo passo fondamentale è far capire ai pazienti l'importanza dell'aderenza, un concetto ancora non chiaro a tutti coloro che seguono una cura, soprattutto nel caso di malattie croniche e asintomatiche, dove è ancora più necessario lavorare sulla motivazione» spiega Marco Bacchini, Presidente Federfarma Verona «Un esempio è proprio la BPCO, vi è un ulteriore problema perché la terapia prevede l'utilizzo di ausili non sempre di facile uso, e qui il farmacista può essere di grande aiuto» e aggiunge «infatti, se il futuro della farmacia è legata ai servizi, ritengo che questi debbano rimanere legati al farmaco, specificità della nostra professione: e questo progetto lavora proprio su questo».

I primi risultati del progetto confermano la necessità di lavorare in questa direzione. Sono stati raccolti 1708 questionari rivolti ai pazienti completati dai farmacisti. Il 71% dei pazienti ha meno di 65 anni. I dati sull'aderenza terapeutica, al momento mostrano che il 65% dei pazienti che ha dichiarato di essere affetto da patologia respiratorio presenta una bassa aderenza terapeutica (solo il 16% presenta un'alta aderenza terapeutica); il 61% dei pazienti che ha dichiarato di essere affetto da patologia respiratoria con "restrizione», in base ai dati, ha un'aderenza terapeutica più alta rispetto agli altri gruppi. In generale l'aderenza terapeutica è più alta tra le pazienti donna che tra agli uomini. I risultati sui pazienti che hanno effettuato auto-misurazione spirometrica mostrano che il 55% dei pazienti che ha dichiarato di non essere affetto da patologia respiratoria presenta «restrizione» (ridotta distensibilità dei polmoni, compromissione dell'espansione polmonare), mentre il 53% di pazienti che ha dichiarato di essere affetto da patologia respiratoria presenta «restrizione» e il restante 27% presenta «ostruzione» (riduzione della ventilazione causata da un ostacolo che impedisce l'ingresso dell'aria nei polmoni). Per offrire counseling e supporto per la misurazione della funzione respiratoria, è necessario che il farmacista abbia un'adeguata formazione. Ha già preso il via, ed è accessibile fino al mese di dicembre, un corso ECM FAD "Respira_ Il ruolo del farmacista nel supporto al counselling nelle patologie respiratorie e l'importanza dell'automisurazione spirometrica" realizzato da Edra con il patrocinio di Federfarma e il contributo non condizionato di Chiesi. «Chiesi ha supportato il progetto, non solo perché azienda leader nel settore respiratorio, ma perché crediamo che alla luce di un invecchiamento progressivo della popolazione, con un sistema sanitario a rischio, lo screening delle patologie e il monitoraggio della terapia, siano azioni che permettono anche di risparmiare risorse» ha affermato Gianluigi Pertusi, Business Unit Consumer Care Director di Chiesi Italia «pensiamo che la formazione del farmacista e la crescita di competenze rientri nel supporto alla sostenibilità del sistema. Infine, Chiesi è diventata una Benefit Corporation e che prevede tra gli obiettivi aziendali i risultati di carattere sociale». Il corso permette di formare i farmacisti su aspetti chiave delle patologie respiratorie, sull'utilizzo dello spirometro e sulla corretta interpretazione dei parametri misurati, attraverso contributi video.

Chiara Romeo
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO