Sanità

apr152020

Covid-19, credito d'imposta per la tutela dei lavoratori in farmacia. I chiarimenti delle Entrate

Covid-19, credito d’imposta per la tutela dei lavoratori in farmacia. I chiarimenti delle Entrate

Nel Decreto Liquidità, in vigore dal 9 aprile, anche gli aspetti relativi alla sicurezza nei luoghi di lavoro e le indicazioni sulla sanificazione periodica e la fornitura di dispositivi di protezione per i dipendenti

Dopo il cosiddetto Decreto Cura Italia, che già conteneva un pacchetto di aiuti a imprese e lavoratori, un ulteriore sostegno è arrivato dal Decreto Liquidità, in vigore dal 9 aprile (GU n. 94 dell'8 aprile). Dalle misure per la liquiditaÌ delle imprese alle proroghe fiscali e contributive, sono molte le aree di intervento per dare ossigeno alle aziende. E, tra gli aspetti considerati, ci sono anche quelli relativi alla sicurezza nei luoghi di lavoro, sui quali ieri è arrivata una circolare interpretativa delle Agenzie delle Entrate, che ha fornito chiarimenti, in particolare, su sanificazione e acquisto di dispositivi di protezione. Intanto, è stato messo online dal Mise il modulo per chiedere la garanzia fino a 25mila euro presso banche o fidi.

Credito di imposta anche per mascherine, pannelli protettivi e gel disinfettanti

Sono molti gli ambiti di intervento del Decreto Liquidità, che dovrebbe dare sostegno all'economia per un valore di circa 200 miliardi di euro. Tra gli aspetti considerati, ci sono anche le misure di sicurezza nei luoghi di lavoro, che vanno dalla sanificazione periodica alla fornitura di dispositivi di protezione per i dipendenti. Sul tema, lunedì è arrivata una circolare esplicativa dall'Agenzia delle Entrate che ha fornito diversi chiarimenti anche riguardanti la disciplina del credito d'imposta per la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro. In particolare, si legge nel documento, l'articolo 30 del DL Liquidità, «stabilisce l'estensione alle spese per l'acquisto di dispositivi di protezione nei luoghi di lavoro del credito d'imposta già previsto per le spese di sanificazione (articolo 64 del decreto-legge n. 18 del 2020)». In sostanza, a essere incluse nel credito di imposta «sono anche le spese sostenute nel 2020 per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale (quali, per esempio, mascherine chirurgiche, Ffp2 e Ffp3, guanti, visiere di protezione e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari), ovvero per l'acquisto e l'installazione di altri dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall'esposizione accidentale ad agenti biologici o a garantire la distanza di sicurezza interpersonale (quali, ad esempio, barriere e pannelli protettivi). Sono, inoltre, compresi i detergenti mani e i disinfettanti».

Fondo garanzia: disponibile online il modulo

Intanto, sempre a proposito del Decreto Liquidità, dopo l'Ok arrivato dalla Commissione Europea alle misure previste, il Mise ha reso disponibile sul sito del Fondo di garanzia (www.fondidigaranzia.it) il modulo per richiedere la garanzia fino a 25mila euro. Il modulo, come si legge nella nota, «andrà compilato da parte del beneficiario e inviato per mail (anche non certificata) alla banca o al confidi al quale si rivolgerà per richiedere il finanziamento. Allo stesso tempo si sta lavorando per accelerare le istruttorie bancarie con l'obiettivo di ridurre a pochissimi giorni il tempo di attesa tra la richiesta di finanziamento e l'accredito delle somme richieste sul proprio conto corrente».

Francesca Giani
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO